cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » in evidenza, politica, report, tu inviato
Regola la dimensione del carattere: A A

Beppe Grillo e le pericolose buffonate della sua politica

Autore: . Data: mercoledì, 15 maggio 2013Commenti (5)

grilloQualche osservazione concreta su Beppe Grillo, tra ridicole imposizioni ai suoi parlamentari e posizioni fascisteggianti sugli immigrati.

La prima considerazione è che il personaggio non sembra aver ancora capito che la campagna elettorale è finita, le elezioni ci sono state, e il compito dei suoi gruppi parlamentari dovrebbe essere di affrontare il mare di cose serie e sempre più pesanti che travagliano l’economia e la condizione di vita della nostra popolazione.

Grazie alla disattenzione di Grillo circa la fine della campagna elettorale abbiamo visto andare in fumo la possibilità di un tentativo di governo di svolta rispetto all’“agenda Monti”, cioè la possibilità di un governo effettivamente orientato alla ripresa economica, alla ripresa dell’occupazione, alla difesa dei diritti dei lavoratori, all’abbattimento del prelievo fiscale sulle classi popolari e sul sistema delle imprese produttive, ecc.: perché quel che accadrà nei prossimi tempi, benché si dica da parte del governo Pd-Pdl Letta che la sua preoccupazione primaria è il lavoro, in realtà non butterà affatto in questa direzione, bensì in incrementi di precarietà che sostituiranno con qualche centinaio di migliaia di lavoratori ultraprecari e ultrasottopagati altrettanti lavoratori semiprecari e sottopagati.

E quanto alla ripresa dell’economia, sono cinque anni che viene promessa di qui a sei mesi, e continuerà per un po’, stando a queste premesse, ad andare così.

Torniamo a Grillo. Due altre cosette. La prima. E’ pura campagna elettorale, per di più demenziale, l’imposizione ai propri parlamentari di un’autoriduzione della retribuzione netta a 2.500 o 3.000 euro che sia. A meno che si tratti di miliardari (come Grillo) ai quali questa retribuzione non serve.

Infatti le tasse sul reddito i parlamentari del M5S le dovranno pagare sul lordo, non già su quanto trattengono per sé, donando il resto a questa o quell’operazione benefica o d’altra natura: dunque dovranno pagare da due a tre volte di più rispetto a quanto dovrebbero trattenere per sé! Auguri.

Va da sé che, se Grillo insisterà, qualcosa dovrà succedere in reazione a questa buffonata. Non che le retribuzioni dei parlamentari italiani non siano eccessivamente alte: ma è altra questione, ovviamente da affrontare più seriamente.

Seconda cosetta, stavolta indecente e odiosa. Un elementare livello di civiltà impone all’Italia un trattamento non feroce nei confronti dei suoi immigrati. I quali, tra l’altro, non “delinquono” affatto in proporzione superiore ai cittadini italiani, anzi lo fanno di meno.

Tra l’altro, il loro trattamento barbarico, imposto dal variegato fascistume nostrano, va tutto a vantaggio (non a caso) sia della riproduzione di una manovalanza diffusa sul terreno dello spaccio delle droghe che dell’allargamento dell’area del lavoro nero, ovvero a tutto vantaggio della pressione esercitata da decenni contro le condizioni di retribuzione e i diritti del complesso del nostro mondo del lavoro, le pensioni degli ex lavoratori, il sistema dei servizi sociali, ecc.

E Grillo si è di recente apertamente schierato dalla parte del fascistume… E’ questo infatti il significato della buffonata che vorrebbe che fosse un referendum a decidere del diritto dei bimbi di immigrati nati in Italia a ottenere automaticamente la cittadinanza italiana.

Buffonata: in Italia il referendum si applica solo in sede di abrogazione di leggi o di parti di leggi vigenti. Porcata fascista: un bimbo o una bimba nati in Italia, mandati in Italia all’asilo e poi a scuola, che parlano l’italiano come loro lingua madre, che in più parlano un dialetto locale, in che cosa si distinguono, se non sulla base di vergognosi pregiudizi razzisti, dai bimbi e dalle bimbe nati da genitori con cittadinanza italiana?

Ma Grillo, d’altra parte, non è quel Grillo che anni fa a Genova, quando faceva solo il buffone, nei suoi spettacoli scherniva i calabresi?

Luigi Vinci

 

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti (5) »

  • valter ha detto:

    la campagna elettorale la sta facendo nelle piazze, il reo di non avere salvato il culo al nano e al pd-l
    se andiamo verso il disastro il merito non è certo di grillo(intelligentone della mkia) nè con queste panzane puoi dare la responsabilità degli inciuci al m5s(cervellino offuscato)
    ti rode che le cose vadano bene per grillo …la sua risposta la conosci vaffa!!!
    intanto continua a sputare bile e comincia a rassegnarti perchè alle prossime vicinissime elezioni vedrai come cambierà il mondo

    povero buffone

  • redazione (author) ha detto:

    Dal tono del commento del nostro lettore si evince lo spessore intellettuale medio del ‘grillino’. Il dramma è che lo stesso linguaggio, salvo rare eccezioni, è utilizzato dalle truppe degli adepti ovunque, da Facebook al blog del guru. C’è materia sulla quale riflettere.

  • Giacomo ha detto:

    Ma scusate la Sereni cosa ha detto a Porta a Porta ???? APPOGGIO ESTERNO !!! NIENTE GOVERNO COI 5 STELLE !!! E allora cosa volete ??? Era tutto architettato dall’inizio ! Solo che in questo modo si voleva dare la colpa al M5S che di colpe non ne ha… anzi ha solo i meriti di aver portato alla luce del sole parecchie cose… evidentemente è grazie anche a voi ITALIOTI CREDULONI E COLLUSI, che siamo messi in un mare di merda.
    Vi parlo dalla Germania (con un contratto da 2800€ netti al mese) che è di gran lunga un paese più civile di questo ! L’Italia è come il Burundi culturalmente e lo si evince dal fatto che pensiamo solo ed esclusivamente a rubare !

    In Germania ho imparato cosa vuol dire ESSERE CITTADINO !
    Comunque auguro all’ITALIA di sprofondare una volta per tutte così imparate cosa vuol dire essere ONESTI e a voi cialtroni giornalisti se venite a dire queste cazzate in Germania o in qualsiasi altro PAESE OCCIDENTALE chiudereste dopo 2 giorni…

    Ringraziate il M5S che sta incanalando tutta la violenza e sta ritardando l’esplosione generale di questo paese ! E’ l’unico movimento politico in Italia che parla di POLITICA VERA E GIUSTA! Acqua pubblica, politiche energetiche, ridurre a livelli europei i costi della politica, ANTICORRUZZIONE VERA E PROPRIA e CONFLITTO D’INTERESSI, ammodernamento dello stato !
    In Germania lo aprezzano per queste sue politiche (qui li leggono i programmi politici) ma lo temono per il semplice motivo che andrebbe a ridiscutere SERIAMENTE i trattati che ci stanno condannando a morte, ops al SUICIDIO visto che li abbiamo firmati anche noi…

    (Ero un elettore del PD, pardon PD meno L)

    Quindi siate seri e cominciate ad informare seriamente !
    Ah già vero, siamo tra il 50° e il 70° posto come libertà d’informazione me ne ero dimenticato !

    P.S.: chiedetevi anche perchè il blog di Beppe Grillo è uno dei più cliccati al mondo, dove scrivono anche PREMI NOBEL… quindi denigrate con la stessa ferocia di questo pseudo-articolo anche loro che scrivono lì se siete coerenti perchè l’80% del programma prende spunto da idee che hanno scritto sul blog (non avete le palle di farlo).

  • Giacomo ha detto:

    E dalla REDAZIONE… Silenzio di TOMBALE !

  • Roberto ha detto:

    Già….. se la prendono con grillo ah ah ah, questi sono gli italiani e questa è l’Italia signori, fatta di opportunisti e di qualunquisti, asserviti al potere dei partiti e con il terrore di cambiare e di perdere chissà cosa, criticano qualcosa o qualcuno che non conoscono neanche, questo paese è così! Non cambierà mai! Viva l’Italia!

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008