cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca, esteri
Regola la dimensione del carattere: A A

I Suv cinesi sbarcheranno negli Usa

Autore: . Data: martedì, 30 aprile 2013Commenti (0)

HavalIl gruppo automobilistico Great Wall Motor, il più grande produttore cinesi di Sport Utility Vehicle prevede di iniziare a vendere le sue auto dal 2015.

La presidente dell’azienda, Wang Fengying, ha detto ad Automotive News: “L’esportazione negli Usa farebbe di Great Wall il primo gruppo cinese a commercializzare modelli su larga scala nel mercato americano. La Great Wall ha anche iniziato ad esplorare le possibilità di costruire direttamente i Suv in territorio americano, anche se non ha ancora deciso dove eventualmente costruire l’impianto”.

Ha continuato la manager cinese: “Abbiamo iniziato due anni fa a progettare l’ingresso nel mercato degli Stati Uniti, ma abbiamo ancora bisogno di conoscere meglio le leggi e le regolamentazioni in materia di sicurezza e di emissioni, nonchè di individuare le motivazioni di acquisto dei consumatori’.

Il gruppo Great Wall, che ha sede a Baoding nel nord della Cina, ha esportato lo scorso anno circa 96.500 veicoli, la maggior parte erano Suv del marchio Haval.

Il modello di punta è la sport utility compatta Haval H6, equipaggiata con motori a benzina e diesel. Attualmente Great Wall controlla gli impianti CKD e SKD in Indonesia, Russia, Iran, Egitto, Bulgaria e Ecuador. I principali mercati di esportazione del gruppo sono Russia, Australia e Sud Africa.

L’azienda, secondo Wang Fengying, sta potenziando la fabbrica CKD in Russia ed è in trattativa con il governo thailandese per la costruzione di un impianto in Thailandia per la produzione su vasta scala.

Nel 2013, Great Wall punta a vendere 800mila veicoli, contro i 677mila del 2012. E quest’anno punta anche ad incrementare le esportazioni a 130.000 unità annue.

Al momento Great Wall sta studiando il modo migliore per pianificare la strategia di marketing e per creare una rete di distribuzione negli Stati Uniti.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008