cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » politica
Regola la dimensione del carattere: A A

Grillo sull’orlo di una crisi di nervi

Autore: . Data: martedì, 19 marzo 2013Commenti (0)

Il guru-team ha scoperto la complessità del dialogare. Abituati ai monologhi da blog ed ai fasti dello tsounami tour, la coppia Grillo-Casaleggio non riesce a tollerare l’autonomia dei parlamentari. Intanto arrivano ‘i consulenti’.

Continua lo psicodramma del M5S. Il ‘capo politico’ del Movimento (mai eletto da nessuno) in un bislacco post sul suo personale megafono digitale ha scritto a proposito del voto di alcuni senatori che al Senato non hanno seguito gli ordini di scuderia: “In gioco non c’è Grasso, ma il rispetto delle regole del M5S. Nel “Codice di comportamento eletti MoVimento 5 Stelle in Parlamento” sottoscritto liberamente da tutti i candidati, al punto Trasparenza è citato: – Votazioni in aula decise a maggioranza dei parlamentari del M5S. Non si può disattendere un contratto. Chi lo ha firmato deve mantenere la parola data per una questione di coerenza e di rispetto verso gli elettori”.

Il ragioner Giuseppe Piero Grillo, detto Beppe, continua a non voler capire che la Costituzione della Repubblica all’articolo 67 chiarisce senza fraintendimenti che “ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato”. In pratica quello che lui chiama ‘contratto’, forse tentando di riecheggiare le gesta del Cavaliere, non vale nulla, non ha alcun significato, è aria fritta.

Migliaia di simpatizzanti ed avversari del guru-team si stanno affrontando intanto su internet. Alcuni chiedendo l’espulsione dei senatori indisciplinati, altri difendendone l’autonomia. Ma oltre tutto questo clamore un dato molto interessante rimane in penombra.

Dalla riapertura delle Camere dopo le elezioni, secondo il quotidiano on line ‘Giornalettismo’, il centro sinistra ha già presentato 98 disegni di legge, il centrodestra 68, la Svp 32, i montiani 9 ed il M5S 0, ovvero nessuno. Che per chi è convinto di voler cambiare il Paese è un po’ poco.

Ma non solo. Oltre alla per ora inesistente attività parlamentare il M5S sta assumendo tratti ‘partitocratici’ indiscutibili. Ieri Daniele Martinelli e Claudio Messora sono stati nominati (non è chiaro da chi) ’nuovi coordinatori che si interfacceranno con i rispettivi capigruppo’ di Camera e Senato.

Il guru ha reso noto da casa sua e per mezzo del Blog che ‘i due gruppi di comunicazione per la Camera e il Senato del MoVimento 5 Stelle hanno da oggi, in qualità di consulenti, due coordinatori che si interfacceranno con i rispettivi capigruppo. Per la Camera, Daniele Martinelli, e per il Senato, Claudio Messora”.

I nuovi arrivati, per chi non li conosce, sono due blogger. Messora dovrebbe assistere Vito Crimi a Palazzo Madama e Martinelli Roberta Lombardi a Montecitorio. Entrambi collaborano da anni con il blog di Grillo e possono essere considerati due ’fedelissimi’ del guru.

Ovviamente nessuno dei due nuovi ‘consulenti controllori’ ha la pur minima esperienza parlamentare. Sarà interessante capire se e come saranno pagati. Prevedibilmente non con denaro pubblico, sostenendo il M5S di non voler alcun contributo dallo Stato per l’attività politica.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008