cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » esteri
Regola la dimensione del carattere: A A

In Russia i ricchi protetti come i panda

Autore: . Data: mercoledì, 5 dicembre 2012Commenti (0)

Le distorsioni impazzano nel regno di Putin. San Pietroburgo trasforma in ‘Riserva naturale’ l’isola dei vip.

In Russia i ricchi potrebbero essere equiparati simbolicamente a una specie protetta se il governo di San Pietroburgo approverà la proposta di conferire status di “riserva naturale” a un’isola vicino al centro cittadino nel quale i vip locali hanno le proprie abitazioni.

Secondo il The Moscow Times, la commissione parlamentare locale per l’urbanistica aveva compilato, di recente, una lista di 30 siti da sottoporre a test ecologici, prima di essere classificati come riserve naturali. La settimana scorsa, però, il governatore, Georgy Poltavchenko, ha respinto la lista e il suo vice, Sergei Kozyrev, ha proposto contemporaneamente di dare alla sola isola Kamenny lo status di riserva, senza procedere con i necessari esami.

Secondo alcuni deputati e gruppi ambientalisti, in questo modo si vuole creare di fatto una zona Vip protetta per gli abitanti ricchi della metropoli.

“Sembra che abbiano bisogno di creare per loro speciali condizioni in cui vivere e moltiplicarsi”, ha commentato il direttore della Ekom, centro ambientalista con base a Pietroburgo.

Sull’isolotto di 108 ettari – chiamato anche la Rublyovka di Pietroburgo, con riferimento alla zona superesidenziale di Mosca – si trovano alcune delle abitazioni più costose della città.

Sulla Kamenny vivono il presidente di Gazprom, Viktor Zubkov, l’ex presidente del Consiglio della Federazione (il Senato russo) Serghei Mironov, alcuni azionista della Banca di Russia e giudici della Corte costituzionale.

Alexei Kovalev, parlamentare di Russia Giusta, una forza di ispirazione socialista, ha denunciato che “si stanno mettendo davanti agli interessi della città, quelli dei singoli privati”.

Il politico ha fatto notare che la zona non possiede particolare valore naturistico proprio perchè già edificata e che probabilmente dietro la proposta si nasconde l’intenzione di far lievitare i prezzi degli immobili, visto che sotto il regime di “riserva naturale” non sarà più possibile costruire.

Insomma, a San Pietroburgo potrebbero esserci i primi ricchi al mondo considerati razza da proteggere.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008