cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » politica
Regola la dimensione del carattere: A A

E partono le ‘parlamentarie’ di Grillo

Autore: . Data: lunedì, 3 dicembre 2012Commenti (0)

Il comico-nuotatore lancia la consultazione del suo M5S. Singolari le modalità del voto e misteriosi i criteri di selezione.

Le primarie del Movimento 5 stelle si chiameranno ‘parlamentarie’, tanto per il piacere di inventare un neologismo.

Ha scritto il proprietario del M5S: “1.400 candidati parteciperanno la prossima settimana alle elezioni on line del Movimento 5 Stelle. Tutti coloro che hanno accettato la candidatura non hanno precedenti penali, non sono in carica come sindaci o consiglieri, non hanno fatto due mandati. Può votare chi era iscritto al M5S al 30/9/2012 e ha inviato i suoi documenti di identità digitalizzati. Ogni votante ha a sua disposizione tre preferenze da attribuire a candidati della sua circoscrizione elettorale, al cui elenco viene indirizzato al momento del voto. Il voto non costerà nulla. Il M5S è un movimento no profit”.

Ancora: “Ogni candidato dispone di una pagina elettorale con le informazioni anagrafiche, il curriculum e una sua presentazione che può essere consultata prima delle votazioni che si terranno da lunedì 3/12/12 a giovedì 6/12/12″.

Il comico-nuotatore ha poi spiegato: “Non sono primarie con leader (che brutta parola…) di cartapesta, ma ‘parlamentarie’ con cui si comporranno le liste elettorali di tutta Italia senza l’intermediazione dei partiti. Non ci saranno ‘nominati’ in Parlamento, ma cittadini che possono entrare come portavoce nella macchina dello Stato per renderla trasparente e democratica. Il percorso per arrivare al voto on line è stato complesso, può essere che ci siano stati degli errori, che qualcuno per i motivi più diversi non sia riuscito a candidarsi o che si sia candidato senza averne i requisiti, in questo ultimo caso vi prego di segnalarlo”.

“Quando, circa un mese fa, annunciai le ‘parlamentarie’ del M5S, vi chiesi – dice ancora il leader del movimento rivolgendosi ai lettori del blog – di darmi una mano, ve lo chiedo ancora oggi. Senza soldi, senza media, con contro l’intero Sistema e i suoi cani da guardia, siamo arrivati fino a qui, ma senza il vostro supporto e il vostro calore, non potremmo proseguire, né andare da nessuna parte”.

Infine un po’ di megalomania statistica non guasta mai. “Che io sappia è la prima volta al mondo che un movimento, sulla carta il secondo italiano, sceglie i suoi parlamentari on line senza alcun filtro – ha pontificato Grillo -. Ci sono candidati operai, casalinghe, professionisti, disoccupati, piccoli imprenditori, precari, impiegati statali, studenti. La vera anima del Paese. Cittadini, non onorevoli! Incensurati, non condannati! Persone animate da spirito di servizio, non politici di carriera! Cittadini che rinunceranno a gran parte dello stipendio e alla buonuscita per il reinserimento nella società (!?), che pubblicheranno on line tutte le spese che sosterranno”.

Peccato non sia noto come siano stati scelti i 1400 candidati ed anche che i cittadini ‘normali’ non siano ammessi. E peccato anche che tutto avvenga nell’cyberspazio, in una consultazione del tutto virtuale.

Sicuro di vincere le elezioni, il comico-nuotatore ha anche fatto due conti: “Il M5S lascerà allo Stato i rimborsi elettorali per un valore di circa 100 milioni di euro. Qualche partito si unisce al club? ‘Allons enfants della Patrie …’ Ci vediamo in Parlamento e sarà un piacere”.

Tutto esiste anche se non esiste. La forza del grillismo.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008