cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca, in evidenza
Regola la dimensione del carattere: A A

All’Aquila il miracolo berlusconiano semina arresti

Autore: . Data: martedì, 4 dicembre 2012Commenti (0)

La ricostruzione mirabolante che il Cavaliere aveva fatto sembrare un ‘miracolo’ di efficienza potrebbe essere diventata una enorme speculazione per i soliti furbi.

Ieri mattina sono stati arrestati a L’Aquila il direttore generale della Provincia, Valter Angelo Specchio, il procuratore speciale di una impresa di costruzioni con sede a Cagliari, Giancostantino Pischedda, e il rappresentante di una società di impianti tecnologici con sede a Foggia, Franco Rossano Palazzo.

Specchio è finito subito nel penitenziario di Teramo, mentre per gli altri due gli inquirenti hanno disposto agli arresti domiciliari.

Le accuse sono di corruzione, truffa aggravata per accedere a finanziamenti pubblici in modo illecito, peculato, abuso d’ufficio e falso ideologico in atti pubblici.

In una nota la Procura del capoluogo abruzzese ha reso noto che le indagini sono “orientate ad accertare illegittimità nelle procedure di affidamento degli appalti assegnati dall’amministrazione provinciale dell’Aquila nell’ambito delle opere di messa in sicurezza post sisma delle scuole abruzzesi di Avezzano e Sulmona, nonché nella gestione di beni e denaro pubblico in modo personalistico e dispersivo, a fini di vantaggi personali”.

Secondo i primi riscontri, Specchio avrebbe favorito alcune aziende ed inoltre avrebbe “determinato, in probabile concorso con altri, gravi danni alle risorse pubbliche destinate alla ristrutturazione degli edifici scolastici post sisma e, più in generale, alla ricostruzione del territorio provinciale”.

Per i magistrati il funzionario “ha reiteratamente utilizzato per fini personali, beni pubblici di cui aveva la disponibilità” e ricevuto “benefici personali da Pischedda, pur essendo questi procuratore speciale dell’impresa di costruzioni che ha svolto lavori presso il liceo scientifico ‘Vitruvio Pollione’ di Avezzano”.

La Procura infine pensa che “il direttore generale della Provincia dell’Aquila, ing. Valter Specchio, ha conferito, con affidamento diretto, alla società di impianti tecnologici di Rossano Palazzo, l’incarico di realizzare un sistema di monitoraggio on line dei lavori in corso presso gli Istituti scolastici di Avezzano, accessibile dal sito web della Provincia. Tale servizio, tuttavia, non e’ mai stato realmente attivato”.

Le notizie di reato per quanto riguarda la ricostruzione sono costanti. Ma era chiaro fin dall’inizio, ovvero da l’imprenditore Francesco De Vito Piscicelli e suo cognato Gagliardi a pochi giorni si dicevano al telefono soddisfatti:

Gagliardi:…oh ma alla Ferratella occupati di sta roba del terremoto perché qui bisogna partire in quarta subito…non è che c’è un terremoto al giorno
Pisciscelli:..no…lo so (ride)
G:…così per dire per carità…poveracci
P:..va buò ciao
G:…o no?
P:…eh certo…io ridevo stamattina alle 3 e mezzo dentro il letto
G:…io pure…va buò…ciao.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008