cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Rc Auto, ‘quanto mi costi’?

Autore: . Data: venerdì, 15 giugno 2012Commenti (0)

Al via un progetto promosso da Cittadinanzattiva, Adiconsum, Assoconsum e Ctcu con il sostegno del Ministero dello Sviluppo Economico.

Sportelli di consulenza dedicati, una rubrica web “l’esperto risponde”, materiali informativi, ricerche su costi e qualità del servizio e, per la prima volta, anche lezioni di Rc Auto direttamente nelle scuole guida.

È quanto si propone di realizzare nei prossimi mesi, da luglio a dicembre, “Rc Auto, quanto mi costi?”, progetto promosso dalle Associazioni dei Consumatori, Adiconsum, Asso-consum, Centro tutela consumatori e utenti e Cittadinanzattiva (soggetto capofila) con il sostegno del Consiglio Nazionale Consumatori Utenti-Ministero dello Sviluppo Economico.

Ai futuri neopatentati, in particolare, verrà fornita una formazione specifica al fine di sensibilizzarli sul tema della prevenzione dei sinistri, sul corretto comportamento da assumere in caso di sinistro e su tutto quanto ha a che fare con l’Rc Auto: dalle classi di merito ai premi, dal bonus/malus ai costi delle polizze.

Il progetto, inoltre, dedicherà particolare attenzione al tema delle tariffe e all’analisi e soluzione dei disservizi: i considerevoli aumenti delle polizze assicurative, infatti, uniti ad una diffusa prassi delle compagnie di selezionare la clientela, a svantaggio degli assicurati di aree e categorie a maggior rischio, contribuiscono a rendere sempre più difficile il rapporto tra cittadino e le stesse compagnie assicurative.

Da ottobre 2009 a ottobre 2011, secondo dati Isvap, gli incrementi tariffari medi nazionali sono stati pari al 26,9% per un 40enne in classe di massimo bonus, al 20,2% per un 18enne neopatentato alla guida di un autovettura, al 27,9% ed al 45,4% per un diciottenne alla guida, rispettivamente, di un ciclomotore e di un motociclo.

Per quanto riguarda invece i reclami, sempre secondo fonti Isvap, il settore più interessato continua ad essere quello dell’Rc Auto (76% del totale reclami ricevuto dall’Istituto per la Vigilanza delle Assicurazioni), soprattutto a causa delle difficoltà nella liquidazione dei sinistri (80% dei casi in tema di Rc Auto).

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008