cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » politica
Regola la dimensione del carattere: A A

I finiani vorrebbero il Pd Ichino

Autore: . Data: lunedì, 28 novembre 2011Commenti (0)

I partiti italiani assomigliano sempre di più ad un frullato misto. Ieri il giornale on line di Fli inviatava l’economista del centro sinistra ad aderire al Terzo polo.

“Nessun veto, nessuna preclusione ideologica: solo buon senso per ricominciare, al più presto, a fare politica per il Paese”. In un editoriale di ieri ‘il Futurista’ ha affermato: “Modesta proposta, Ichino nel Terzo polo”.

Il quotidiano on line diretto da Filippo Rossi ha sostenuto che la futura maggioranza sarà quella che appoggerà il governo Monti. Vista la recente spaccatura interna al partito di Bersani tra i seguaci del senatore Pietro Ichino e il responsabile economico Stefano Fassina, “ci permettiamo di avanzare una piccola proposta al giuslavorista: invitandolo a valutare la possibilità di ‘pensare’ al terzo polo come nuova casa comune. Perchè, anche lui, consapevole che contro la recessione servono riforme strutturali. Rapide e determinate, in grado di rafforzare la domanda più che l’offerta”.

Per il giornale di destra  oggi va perseguita”una politica di bilancio maggiormente incisiva grazie a svolte infrastrutturali coraggiose”, mentre si osserva “un Bersani orientato, per convinzione o per opportunismo, a inclinare il partito a sinistra, verso le posizioni di Di Pietro e Vendola”.

Sulla base di questi elementi, ‘il Futurista’ ha concluso: “Ma al di là delle decisioni interne al Pd ciò che conta, in questo momento, è la visione futura del Terzo polo che si delinea, oggi, in base al sostegno all’esecutivo”.

Insomma, nell’Italia del post Berlusconi la crisi devasta l’economia nazionale, non è chiaro quale sia la soluzione ai problemi, ma le risposte di parte della destra e di parte della sinistra possono coincidere, tanto da permettere ad uno schieramento di ‘invitare’ un rappresentante dell’altro.

Non accade in nessun altro Paese al mondo.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008