cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » politica
Regola la dimensione del carattere: A A

Sondaggi: il centrosinistra sempre in testa

Autore: . Data: lunedì, 31 ottobre 2011Commenti (0)

L’ultimo rilevamento dell’istituto Crespi Ricerche sulle intenzioni di voto degli italiani, vede ancora l’area di centrosinistra in vantaggio sul centrodestra.

Se si votasse oggi l’intera coalizione di centrosinistra totalizzerebbe il 46per cento dei voti contro il 37,2 del centrodestra.

Nell’ambito del centrodestra il Popolo della libertà guadagna lo 0,2 per cento rispetto alla rilevazione precedente e si attesta al 25,2. Anche la Lega recupera lo 0,1 per cento arrivando all’8,4 di gradimento.

Perde invece lo 0,2 per cento La Destra di Storace che passa all’1,3, stesso calo per Grande Sud che dall’1,5 della precedente rilevazione passa all’1,3.

Con gli altri partiti all’interno della coalizione che totalizzano l’1 per cento il centrodestra arriva al 37,7.

La maggiore crescita la si riscontra nell’area del Terzo Polo dove Fli guadagna l’1,5 per cento passando dal 3,5 di inizio mese al 5.

Perde lo 0,7 per cento l’Udc di Casini che cala al 7,3, in flessione anche l’Api di Rutelli all’1,5 e il Movimento per l’Autonomia allo 0,5. In totale il Terzo Polo guadagna lo 0,4 per cento e si posiziona al 14,3.

Per quel che riguarda il centrosinistra Il Pd arriva al 23,6 per cento (più 0,2), mentre l’Idv registra una flessione dell’1 scendendo al 7.

In calo anche Rifondazione Comunista e Partito dei Comunisti italiani che perdono lo 0,3 per cento e si attestano all’1,5.

Aumenta dello 0,7 per cento il dato di Sel, al 7,2 per cento complessivo. Stessa crescita per i Radicali di Pannella che registrano il 2 per cento. In flessione dello 0,2 per cento sia i Socialisti, allo 0,8 per cento, che i Verdi, all’1,3.

Nel complesso la coalizione di centrosinistra perde lo 0,1 per cento, con una percentuale di gradimento del 46 per cento.

Al di fuori delle coalizioni il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo prende il 2,5 per cento dell’elettorato.

Diminuisce la percentuale degli indecisi che dal 40 per cento della precedente rilevazione di inizio mese scendono al 39.

L’Istituto Crespi Ricerche ha rilevato anche il grado di fiducia che gli italiani ripongono in Berlusconi e nel governo.

Il gradimento del Cavaliere sarebbe aumentato del 2per cento, passando dal 22 di inizio ottobre al 24. Stabile invece la fiducia nel governo il cui dato rimane invariato al 24 per cento.

Per quel che riguarda la fiducia che gli elettori riporrebbero nei leader di partito, si conferma al primo posto in classifica Pierferdinando Casini, largamente più forte del presidente del Consiglio, che conquista un punto percentuale e arriva al 42.

Molto ‘più forti’ del premier, al secondo posto stabile Vendola, al 39 per cento, al terzo Bersani, che guadagnerebbe un punto percentuale, collocandosi subito alle spalle del governatore della Puglia con il 38 per cento.

Immediatamente dietro c’è Antonio Di Pietro, al 36 per cento, mentre aumenterebbe la fiducia in Gianfranco Fini che prendendo un punto e passerebbe al 36 per cento.

Da segnalare il considerevole aumento di Pannella, che guadagnerebbe 4 punti percentuali arrivando al 32 per cento.

Perderebbe consensi Beppe Grillo, che scendendo di un punto si fisserebbe al 30 per cento.
.
Stabile e distanziato il neosegretario del Pdl Angelino Alfano, al 26 per cento.

Ultimo in graduatoria e con 2 punti in meno il capo della Lega, Umberto Bossi, con solo il 20  per cento dei consensi

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008