cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

De Magistris: “Parole molte, aiuti pochi”

Autore: . Data: mercoledì, 13 luglio 2011Commenti (0)

Il sindaco di Napoli denuncia la solitudine della sua città e ribadisce la volontà di mantenere le promesse.

“Non voglio fare polemica, ma finora ci sono tante belle parole sulla solidarietà, ma non è ancora partito un solo camion fuori regione e anche a San Tammaro non mi pare che le cose vadano bene”. A parlare è il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in una intervista al Mattino.

L’ex magistrato ha aggiunto: “Napoli sta lavorando per essere autonoma e non ha bisogno di discariche. Ricordo che abbiamo fatto una delibera sulla differenziata rivoluzionaria, aumentato il capitale di Asia per consentire i necessari investimenti e tre ordinanze sulle modalità che i cittadini devono utilizzare per il deposito dei sacchetti pena contravvenzioni. Certo non ci fermiamo qui”.

“Sul compostaggio – ha insistito De Magistris – avremo tre siti, il primo, quello di Caivano, già entro il mese siamo in trattative avanzate. Gli altri due siti verranno individuati entro fine anno. Vogliamo anche uno Stir interamente dedicato a Napoli sempre nell’ottica dell’autonomia. Si può arrivare a questo risultato attraverso una impiantistica efficiente. Dico di più: rafforzeremo i siti di trasferenza e quelli di stoccaggio. In modo da non dovere mai chiedere aiuto ad altri fermo restando che la solidarietà annunciata mi auguro si concretizzi al più presto, già da oggi”.

Il primo cittadino partenopeo ha spiegato anche di essere contrario al “commissariamento” della città, come vuole la Lega. “Napoli ha bisogno di normalità – ha spiegato -, è questa la rivoluzione. Per il resto la solidarietà deve essere nazionale, il Paese è unito più di quanto appaia. Se poi la Lega per ragioni economiche vuole speculare sull’emergenza è un altro conto”.

“Se il presidente Berlusconi è disponibile”, ha concluso De Magistris, un incontro con lui “si può fare già la prossima settimana, voglio parlare con lui non solo di rifiuti”. Appare arduo pensare che accada.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008