cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » politica, primo piano
Regola la dimensione del carattere: A A

Politica: un paziente decisamente incurabile

Autore: . Data: mercoledì, 22 giugno 2011Commenti (0)

Arriva l’estate e le cose peggiorano. Stipendi medi inaccettabili, pensioni da fame, niente lavoro e soprattutto incertezza per il futuro. Ma non succede nulla.

La Lega, con un leder palesemente decotto ed uno zoccolo duro  di miltanti del tutto ingiudicabili, ha chiesto ministeri al Nord ed ha avuto un paio di uffici distaccati nei quali poter svolgere attività di sottogoverno ‘sul campo’.

Sempre il Senatùr aveva chiesto la fine della missione in Libia. Anzi la fine di tutte le missioni all’estero. Gli ha risposto (chissà a che titolo) anche il presidente della Repubblica ed i bombardamenti su Tripoli continueranno come da programma

Ieri il Parlamento ha discusso e votato su argomenti vari. Il decreto ‘sviluppo’ che non sviluppa nulla, gli ordini del giorno sui ministeri vaganti e sulla strategia anti Gheddafi.

Un Cavaliere sempre più grasso e coperto di cerone si aggira per il Palazzo, seguito da un Bossi sempre più affaticato. Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, dopo l’arrembaggio di qualche mese fa sembra tornato ad una tranquilla velocità di crociera, Bersani con le sue singolari allocuzioni verbali si sta assicurando un futuro nel varietà e Vendola a giorni alterni si esercita nella suo hobby preferito: la poesia ermetica.

Sul fronte sindacale, i filogovernativi Angeletti e Bonanni dopo aver annusato la crisi del centro destra hanno subito minacciato scintille contro “il governo immobile”, mentre Marcegaglia alla testa dei suoi industriali se la prende con tutti, dimenticando che proprio le imprese sono le più titolate a vincere il premio dedicato al peggiore.

Di Pietro, dopo i successi dei referendum, ha scelto una strada di moderazione, onde evitare di perdere il consenso di qualche ex berlusconiano folgorato sulla via di damasco.

Tutto il resto si muove di conseguenza.

Una descrizione qualunquista della situazione? Se così fosse sarebbe come dire che gli orchestrali del Titani impegnati a suonare fino a pochi minuti dall’affondamento del piroscafo erano lungimiranti. Morirono tutti, mentre se si fossero messi in fila per salire su una scialuppa di salvataggio forse una chance di sopravvivere l’avrebbero avuta.

I quotidiani e gli analisti da mesi versano fiumi di parole sul nulla. I cittadini ormai non sanno più cosa pensare. Ed intanto il mondo ci vede scivolare sul piano inclinato che spinge verso l’abisso e le agenzie di rating ci declassano.

Ma al Tg si promuove il prodotto italiano: la miglior bistecca, il miglior vino con le bollicine. Per chi non conosce le vacche argentine e non ha mai passato un tramonto a Champagne in una delle valli della Loira.

Ed a furia di illudersi…

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008