cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Lady Gaga non è solo ‘democratica’

Autore: . Data: venerdì, 17 giugno 2011Commenti (0)

La star che ha difeso l’orgoglio gay durante la recente manifestazione a Roma è anche la cantante più pagata al mondo al di sotto dei 30 anni.

Con 90 milioni di dollari l’anno l’eccentrica rock star ha conquistato il primo posto nella speciale classifica realizzata da Forbes sulle celebrità under 30 coi guadagni più alti del pianeta.

Il secondo posto lo ha conquistato un 17enne, Justin Bieber con 53 milioni di dollari, mentre la terza posizione è nelle mani del leader dei Miami Heats, LeBron James, con 48 milioni di dollari.

A brevissima distanza c’è Roger Federer, tennista, quinto a solo (si fa per dire) un milione di distanza.

Gli altri sportivi nella top ten sono Cristiano Ronaldo al settimo posto con 38 milioni di dollari, Lionel Messi al nono con 32 milioni di dollari e Rafael Nadal con 31 milioni di dollari al decimo posto.

La classifica, comunque, è dominata da cantanti e attori. Taylor Swift è quinta con 45 milioni di dollari, Kate Perry sesta con 44 milioni di dollari.

Beyonce è all’ottavo posto con 35 milioni di dollari. “Un piazzamento basso – ha spiegato Forbes – perchè la ragazza ha trascorso la grande maggioranza dell’ultimo anno a registrare l’album ’4’, che uscirà il prossimo 28 giugno”. La musicista, comunque, ha ‘tenuto’ grazie ai contratti con L’Oreal, DirecTv e General Mills.

Rihanna, invece, ha guadagnato 29 milioni di dollari, conquistando l’11.mo posto.

Ottimo successo per Lil Wayne, nonostante i ‘miseri’ 15 milioni di dollari. Per la rivista americana si tratta “di un buon risultato considerando che ha trascorso parte dell’anno nel carcere di Rikers island per possesso di arma da fuoco”.

Notizie utili per i precari italiani ed anche al ministro Brunetta.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008