cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Incredibile: per l’estate arriva il ‘prosecco del Fuhrer’ ed il ‘rosso delle SS’

Autore: . Data: venerdì, 10 giugno 2011Commenti (0)

Un produttore mette in vendita bottiglie dedicate a ‘personaggi storici’. Pur di fare affari si inventa di tutto, ignorando i 50 milioni di morti della Seconda guerra mondiale ed i campi di sterminio.

“Sono ormai molti anni che vendiamo queste bottiglie con le etichette storiche è un prodotto molto richiesto, tant’è che molti clienti mi chiedono prima le etichette e poi scelgono il vino, ormai è una caratteristica che ci contraddistingue da diverso tempo, e abbiamo visto che viene molto apprezzata”. A parlare è Alessandro Lunardelli, un produttore originario di Gorgo al Monticano per parte di nonno e residente a Collaredo di Pasian di Prato, dove produce e dirige la sua azienda.

Tra i suoi ‘gioielli’ c’è un Cabernet Collio confezionato con un’etichetta nera dalla quale spunta l’ombra del Duce. Un’altra etichetta porta la scritta “Ein Volk, Ein Reich, Ein Fuhrer!” ed è incollata sulla bottiglia del Merlot Isonzo di Hitler.

Poi ci sono i rossi dei collaboratori del folle capo nazista: il generale delle Waffen SS Josef ’Sepp’ Dietrich, il ministro dell’Interno del Reich Heinrich Himmler, Rudolf Hess a Hermann Goring, fino al feldmaresciallo Rommel.

Per compensare, l’imprenditore ha anche una serie denominata ’Comunist Collection’ con Che Guevara e il vino “il Compagno”.

Ma il suo prodotto di punta è la collezione ’Der Fuhrer’, in vendita in numerosi negozi delle località balneari dell’Alto Adriatico. Sembra molto apprezzata dai turisti tedeschi, ma anche dagli italiani. Quest’anno ai vini ‘tradizionali’ si è aggiunto il prosecco del Fuhrer (der Prosecco vom Fuhrer di Valdobbiadene), in vendita on line a 9.90 euro a bottiglia.

Non si comprende come mai l’autorità giudiziaria non intervenga, perchè l’apologia del nazismo e del fascismo sono reati. Per chi acquista poi questi ‘capolavori’ non c’è giudizio che valga.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008