cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » vivere
Regola la dimensione del carattere: A A

Il caffè allucinogeno

Autore: . Data: giovedì, 9 giugno 2011Commenti (0)

Esagerare potrebbe far davvero male. Almeno secondo alcuni ricercatori australiani.

Durante un esperimento condotto dai ricercatori della School of Psychological Sciences dell’università La Trobe di Melbourne ed al quale hanno partecipato 92 volontari si sarebbe scoperto che bere troppo caffè non fa per nulla bene.

L’abuso avrebbe effetti non solo sulla salute, ma anche sulla psiche. Troppe ‘razioni’ potrebbero causare allucinazioni e far sentire le voci.

Cinque tazze o tazzine – non si sa bene perchè non si spiega se per la ricerca gli scienziati abbiano fatto ricorso all’espresso italiano o al caffè americano – al giorno, e le orecchie potrebbero giocare brutti scherzi. Le ‘cavie’, dopo essersi ingozzate, hanno dovuto ascoltare un suono continuo e fastidioso, il cosiddetto ’rumore bianco’, dovendo spingere un bottone ogni volta che credevano di sentire, in mezzo al frastuono, parti di una canzone di Bing Crosby, White Christams.

In realtà il brano non veniva mai suonato, eppure i partecipanti che avevano i più alti livelli di stress e avevano mandato giù maggiori quantità di caffeina, sentivano chiaramente la voce di Crosy. Bastano cinque ‘razioni’ di caffè, secondo i ricercatori, per avere queste allucinazioni sonore.

Simon Crowe, coordinatore dello studio, ha spiegato che la caffeina è “la sostanza psicoattiva più comunemente usata” ed ha aggiunto: “La combinazione di caffeina e stress influenza la probabilità di andare incontro a sintomi simili a quelli della psicosi”.

I fanatici del bar sono avvertiti.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008