cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Pecore tagliaerba per difendere l’ambiente

Autore: . Data: lunedì, 9 maggio 2011Commenti (0)

La Whirlpool di Cassinetta di Biandronno, in provincia di Varese, invece di ricorrere alle macchine ha affidato ai simpatici ovini la cura del prato aziendale.

Sabato di lavori straordinari nella fabbrica lombarda. Alle 8 di mattina invece degli operai è arrivato un gregge di 1.200 pecore col compito di mangiare l’erba di nel cinque ettari di terreno che circonda i capannoni e che con l’arrivo del caldo è meglio tenere sotto controllo.

I dirigenti della multinazionale leader mondiale degli elettrodomestici hanno così abbandonato le motofalciatrici per le pecore, anche grazie ad un accordo stipulato con la Coldiretti. In un comunicato gli organizzatori di questa singolare operazione hanno scritto: “E’ un’iniziativa che si traduce in un vantaggio per l’allevatore, con la disponibilità di un pascolo a fronte di una progressiva riduzione degli spazi verdi, e per l’ambiente, essendo le pecore falciatori a impatto zero”.

E c’è da credere che i pazienti animali saranno stati felici per l’incarico, forse più di quanto non siano contenti di lavorare gli umani della Whirlpool.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008