cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » vivere
Regola la dimensione del carattere: A A

Cinema, alla ricerca delle sale perdute

Autore: . Data: venerdì, 13 maggio 2011Commenti (0)

Lunedì alle 20.30 all’Mpx di Padova si svolgerà una serata dedicata alle sale di città e alla loro importanza come spazi di vivacità e diversità culturale: verranno presentati i risultati della ricerca ‘Il mercato cinematografico dell’area metropolitana di Padova. Evoluzione storica e analisi delle prospettive’ condotta da Barbara Corsi, docente di Economia dello Spettacolo all’Università di Padova e dai suoi studenti.

Si tratta di uno studio sulle sale cinematografiche dal 2000 ad oggi, per capire come Padova ha reagito alla crisi dell’esercizio cinematografico che ha interessato in questi anni tutte le città italiane, portando alla chiusura di locali storici, al decentramento periferico dei multiplex, alla riorganizzazione e specializzazione dei cinema d’essai.

La ricerca, spiegano gli organizzatori, “vuole essere una radiografia della situazione attuale, ma anche un approfondimento sui comportamenti e giudizi del pubblico così come sulle strategie degli esercenti per migliorare l’offerta cinematografica e risolvere i problemi che caratterizzano i differenti modelli di sala cinematografica”.

“Comprendere quel che accade è fondamentale per essere in grado di reagire ai fenomeni e innovarsi”, osserva Filippo Nalon, Presidente di Fice (Federazione italiana cinema d’essai) delle Tre Venezie. I centri storici, prosegue, “non possono permettersi di perdere quella risorsa fondamentale per la propria vitalità che le sale di città rappresentano: e la ricerca fotografa una realtà già compromessa ma ci aiuta anche ad individuare potenzialità e soluzioni”.

Dopo la presentazione della ricerca verrà proiettato – ad ingresso gratuito – il film ‘Illégal’ (Belgio/Lussemburgo/Francia 2010, 95’) di Olivier Masset-Depasse, tra i finalisti del Lux Prize, il premio assegnato dal Parlamento europeo a film che raccontano i valori fondanti dell’identità europea esplorando la diversità culturale e offrendo spunti al dibattito sull’integrazione: un film europeo poco circolato e poco visto, quindi proposto in una serata dedicata ad approfondire l’importanza delle sale di città.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008