cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » esteri
Regola la dimensione del carattere: A A

Cina: persecuzioni contro i cristiani della Chiesa clandestina

Autore: . Data: martedì, 10 maggio 2011Commenti (0)

Continua, per la quinta settimana, la repressione contro i credenti ‘clandestini’. Oltre una quindicina di persone della chiesa non ufficiale di Shouwang, a Pechino, sono stati arrestati domenica.

Il governo di Pechino non tollera altra organizzazione religiosa cristiana che non sia quella da esso stesso controllata. Secondo il South China Morning Post i fedeli ‘non ufficiali’ avrebbero tentato di  organizzare una celebrazione all’aperto in un parco nella zona di Zhongguancun. Questo perchè la chiesa di Shouwang aveva perso il suo luogo di culto il mese scorso dopo che pressioni ufficiali avevano spinto il padrone dell’edificio a dare lo sfratto.

Tre delle persone fermate sono poi state rilasciate. La polizia lo scorso 10 aprile aveva arrestato 169 fedeli della chiesa, 50 la settimana dopo e oltre 30 in ciascuna delle due domeniche successive. I sei capi della chiesa sin dalla prima domenica di proteste, sono stati confinati agli arresti domiciliari dove si trovano tuttora. Molti altri membri della chiesa, pur non arrestati, sono stati diffidati dall’uscire di casa e soprattutto dal partecipare a cerimonie religiose.

L’imponente sviluppo industriale della Cina non sembra indurre i Paesi ‘democratici’ a protestare con particolare vigore per queste gravi violazioni dei diritti religiosi.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008