cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » vivere
Regola la dimensione del carattere: A A

Roma, a maggio biodiversità in festa

Autore: . Data: venerdì, 22 aprile 2011Commenti (0)

Documentare la battaglia dell’agricoltura sostenibile contro l’industria che riduce la varietà delle colture mondiali. Questa la “mission” del Festival Internazionale Audiovisivo della Biodiversità che ogni anno si tiene a Roma nel mese di maggio: quella del 2011 è l’ottava edizione e si svolgerà all’Auditorium Parco della Musica, organizzata dal Centro Internazionale Crocevia, dalla Mediateca delle Terre e Acra.

Verranno affrontati tutti i temi che ruotano intorno all’argomento: dall’agrobiodiversità all’agricoltura sostenibile, fino alla sovranità alimentare, ai diritti dei contadini. Verranno documentate inoltre le lotte e le esperienze di chi a Nord e Sud del mondo “difende la propria identità e le culture di cui è erede e custode – scrivono gli organizzatori del festival in un comunicato – contro l’espansione di un modello agroindustriale basato sulla coltivazione intensiva di poche specie altamente omogeneizzate”.

I riferimento corre alle battaglie degli agricoltori indiani contro le multinazionali che commercializzano semi industriali, alle lotte per la terra dei ‘sem terra’ (i senza terra) brasiliani o alle esperienze italiane dei presidi ‘Slow Food’. Il festival prevede infatti sezioni speciali dedicate ai popoli indigeni e ai filmati italiani.

Si svolgeranno inoltre eventi, per così dire, collaterali: oltre agli spettacoli cinematografici, ai terranno conferenze e seminari sulla biodiversità agraria, il diritto al cibo e la crisi alimentare. In programma anche una sezione speciale dedicata alla formazione scolastica.

Nelle edizioni precedenti hanno animato il festival artisti e intellettuali come Erri de Luca, Ascanio Celestini, Marcia Theophilo, Andrea Rivera, i Têtes de Bois.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008