cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » in evidenza, politica
Regola la dimensione del carattere: A A

Il mercatino dei parlamentari

Autore: . Data: venerdì, 25 febbraio 2011Commenti (0)

Gino Bucchino del Pd ha reso noto di aver ricevuto un’offerta di 150mila euro per passare con la maggioranza. Il Pdl smentisce e Casini dice: “Perchè vi stupite? Se volete vi porto altri 20 di questi esempi”.

Il deputato, eletto nelle liste Pd degli italiani all’estero, circoscrizione America settentrionale e centrale, e militante nel Pci sin da giovane ha convocato ieri una conferenza stampa per denunciare un tentativo di corruzione del quale sarebbe stato oggetto.

Bucchino, di 63 anni e medico di origine fiorentina, ha raccontato di alcune offerte ricevute per indurlo ad entrare nel gruppo dei ‘Responsabili’. Il parlamentare aveva deciso di parlare subito dell’episodio avvenuto più di tre settimane fa, ma un lutto familiare lo ha spinto a rinviare la denuncia dei fatti.

L’esponente dell’opposizione ha detto che più di 22 giorni fa è stato contattato telefonicamente da una persona che si era qualificata come esponente di Rifondazione socialista. Il colloquio, secondo Bucchino, è stato confidenziale ed il suo interlocutore gli ha subito chiesto un incontro.

“L’ho incontrato il giorno dopo”, ha spiegato il deputato, che tuttavia non ha voluto fare il nome dell’uomo, aggiungendo gli avrebbe detto: “Questo Paese, per risolvere i suoi problemi, può andare avanti solo sotto la guida di Silvio Berlusconi… L’idea che mi è stata proposta era di entrare a far parte del gruppo dei Responsabili, ma senza rinnegare le mie idee di sinistra. C’è bisogno di persone di sinistra, vogliamo che la tua voce si faccia sentire forte”, mi ha detto.

Poi l’interlocutore avrebbe aggiunto: “Ti garantiamo la rielezione” sostenendo aver parlato della questione con Denis Verdini, uno dei coordinatori del Pdl: “Mi ha detto: ‘Ho parlato.. con Verdini fino alla 2 di questa notte’” . “Ci sarà  anche un aiuto, un contributo alle spese che può essere quantificato in 150mila euro”, avrebbe promesso il presunto corruttore, dando a Bucchino “24- 48 ore” per rispondere.

Il parlamentare non ha presentato alcuna denuncia alla magistratura perchè “a me interessa fare la denuncia politica, se ci sono ipotesi di reato non sta a me valutarlo”, ma ha specificato di essere comunque pronto a presentarsi davanti a un magistrato. Bucchino ha a riscontro delle sue affermazioni “sms e un paio di telefonate”, e non ha registrato le conversazioni avute con il sedicente rappresentante di Rifondazione socialista.

Il coordinatore del Pdl, Denis Verdini, da parte sua nega e si dice pronto a denunciare chiunque parli di offerte di denaro per ’cambiare casacca’. “Ancora una volta – si legge in una nota – si cerca di trasformare quello che dal 14 dicembre scorso è un problema politico per l’opposizione in un inesistente caso di compravendita di parlamentari. Prima ha tentato Fini, seguito a ruota dalla sinistra, oggi l’on. Gino Bucchino, cui ha subito fatto seguito Casini. Ebbene: io non so chi sia l’on. Bucchino, non so quindi chi possa averlo contattato e avvicinato a mio nome. Di certo la notizia di denaro offerto in cambio di adesioni a gruppi che sostengono la maggioranza di governo è totalmente destituita di fondamento. E avverto fin d’ora che denuncerò chiunque propaghi certe menzogne. Quanto all’on. Casini, faccia i 20 nomi che dice. Sono qui che aspetto di leggerli”.

Ma cosa aveva detto il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini? Semplicemente: “Perchè vi stupite? Se volete vi porto altri 20 di questi esempi!”.

Dario Franceschini, presidente dei deputati del Pd, ha difeso il suo collega di partito: “Gino Bucchino è una persona seria e rigorosa. La sua denuncia è un atto di coraggio e fornisce la prova della vergognosa campagna messa in atto per ricostruire numericamente una maggioranza che la politica ha già demolito”.

Nel dicembre dello scorso anno la procura della Repubblica di Roma aveva aperto un fascicolo contro ignoti riguardo ad una presunta compravendita di parlamentari a seguito di un esposto di Antonio Di Pietro. Il leader dell’Idv aveva richiesto l’attenzione della magistratura dopo la defezione dei ‘suoi’ colleghi di partito Domenico Scilipoti e di Antonio Razzi, poi diventati protagonisti proprio del gruppo dei ‘Responsabili’. “Ho sentito il dovere di informare la procura – aveva chiarito l’ex pm di Mani Pulite – sui fatti gravissimi che stanno avvenendo in Parlamento. A mio avviso ci troviamo in presenza di fatti gravi, penalmente rilevanti”.

Un fatto è certo: lo sport del saltafosso tra gli ‘eletti dal popolo’ è molto diffuso di questi tempi.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008