cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Ricerca choc: un giovane su due è razzista

Autore: . Data: venerdì, 17 dicembre 2010Commenti (0)

I giovani italiani sono razzisti? Secondo una ricerca promossa dal Centro Studi Minori e Mass-media su un campione di 1.214 studenti di 19 scuole superiori di tutta Italia la risposta è, in larga parte, sì. Il 50 per cento dei ragazzi tra i 14 e i 19 anni infatti sostiene che la presenza degli stranieri sia un fatto negativo. il 59% ritiene che l’ingresso degli stranieri in Italia favorisca la criminalità; il 45% ritiene che i rom siano tutti ladri; il 42% dichiara di provare sentimenti discriminatori nei confronti degli immigrati; il 36% ritiene che la religione islamica costituisca una minaccia; un giovane su tre crede che la relazione omosessuale non sia una forma d’amore come quella eterosessuale e pensa che la società sia diventata troppo tollerante verso i gay; il 90% dichiara di avere amici che mostrano atteggiamenti discriminatori.

Ma non è tutto. Perché la ricerca ha sfatato anche un’altra convinzione, ovvero che in ogni caso i giovani abbiano una mentalità più aperta rispetto ai genitori: lo studio ha dimostrato che solo un giovane su tre è meno discriminatorio dei propri genitori e nonni nei confronti dell’orientamento sessuale, solo uno su quattro nei confronti di chi ha diverse opinioni politiche o appartiene a un’altra etnia e solo due giovani su dieci nei confronti dei disabili.

Gli studenti intervistati ritengono che nella società contemporanea la discriminazione nei confronti del ‘diverso’ sia assai diffusa: soprattutto per quanto riguarda l’orientamento sessuale e l’etnia (88%), la condizione sociale (78%), la disabilità (67%), il credo religioso (60%).

Tra gli altri dati emersi, il 28% degli intervistati ritiene che i media trapelino pregiudizi verso i ‘diversi’, mentre il 12% afferma che viene dato troppo spazio al tema della diversità e che c’è un eccesso di buonismo. Il 48% del campione di giovani ha delle riserve sulla costruzione in Italia di luoghi di culto religioso diverso da quello cattolico.

Insomma, dati che parlano chiaro e rivelano un Paese allo sbando. I mass media e i partiti politici che hanno fondato la loro fortuna sulla propaganda razzista hanno non poche colpe.

Davide Falcioni

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008