cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » esteri
Regola la dimensione del carattere: A A

Usa: farmaco per animali utilizzato per la pena di morte

Autore: . Data: mercoledì, 10 novembre 2010Commenti (0)

La barbarie delle esecuzioni capitali ha superato i limiti. Lo Stato dell’Oklaoma vista la difficoltà di reperire sul mercato il preparato necessario ad uccidere vuole sostituirlo con un prodotto utilizzato per sopprimere cavalli o bovini.

Negli States molte esecuzioni sono state rinviate per la mancanza di una delle sostanze che vengono iniettate ai condannati a morte. Nei 35 stati che utilizzano per uccidere il metodo dell’iniezione letale è diventato difficile reperire il Sodium Thiopental, un anestetico che compone il cocktail letale di sostanze utilizzate nelle stanze della morte.

Per ovviare a questo ‘inconveniente’, l’Oklahoma ha chiesto alla Corte dello stato di autorizzare il ricorso a un potentissimo anestetico usato per ammazzare gli animali. La notizia è stata diffusa ieri dall’autorevole Wall Street Journal, che ha sottolineato come la decisione potrebbe riguardare in seguito anche gli altri stati rimasti ‘a secco’.

L’ultimo a essere ucciso con il Sodium Thiopental è stato Jeffrey Landrigan, giustiziato in un carcere dell’Arizona il 26 ottobre. Pur di arrivare all’esecuzione il farmaco era stato importato dalla Gran Bretagna. Qualche mese fa, la Hospira, l’unica casa farmaceutica che produce la sostanza, aveva annunciato di essere costretta a fermare la produzione a causa della mancanza di uno dei componenti fondamentali per confezionare il prodotto. In realtà sembra che l’azienda, che ha sede a Lake Forest in Illinois, non voglia essere associata alle esecuzioni.

Il primo condannato a morte che potrebbe essere ammazzato con il farmaco per animali, il ‘Pentobarbital’, si chiama John David. La sua esecuzione è in programma il 16 dicembre.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008