cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

La comunicazione e il pregiudizio antizigano

Autore: . Data: mercoledì, 17 novembre 2010Commenti (0)

Domani, alle 20.30 alla Casa della Cultura di Milano, in via Borgogna 3, si svolgerà un dibattito pubblico, nell’ambito della campagna “Dosta!” sul tema: “La rappresentazione mediatica dei rom e dei sinti: tra dovere di informare e violazione dei diritti”.

Il dibattito, condotto da Ferruccio Capelli, presidente della Casa della Cultura e Paolo Cagna Ninchi, presidente dell’associazione Upre Roma, verrà introdotto da una comunicazione sulla campagna “Dosta!” di Pietro Volpiani, dell’Unar e di Michael Guet, Capo della Divisione dei Rom e dei viaggianti del Consiglio d’Europa.

Eva Rizzin e Angelica Bertellini, di Articolo 3 – Osservatorio sulle discriminazioni di Mantova, “forniranno – si legge in una nota – un rapporto sul ruolo della comunicazione nella formazione dei luoghi comuni e dei pregiudizi contro la minoranza rom e sinta”. Il dibattito vedrà impegnati Ferruccio de Bortoli, direttore del Corriere della Sera; Roberto Escobar, docente di filosofia della politica alla Statale di Milano; David Parenzo, conduttore e autore televisivo.

“Il ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna – si legge ancora – ha espresso la volontà di partecipare all’incontro con un proprio contributo personale per il ruolo attivo che il suo ministero ha assunto nel sostegno alla campagna ‘Dosta!’, promossa dalla Comunità europea, coordinata e finanziata dall’Unar (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) in collaborazione con il Consiglio d’Europa e con la Federazione Rom&Sinti insieme, oltre ad altre federazioni rom e sinte, per promuovere in Italia una maggiore conoscenza della cultura dei Rom e dei Sinti, la più grande minoranza etnica d’Europa, e per sconfiggere con la conoscenza gli stereotipi che hanno sempre accompagnato questo popolo”.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008