cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Palermo: in gabbia contro l’abbandono dei cani

Autore: . Data: lunedì, 5 luglio 2010Commenti (2)

Una donna si incarcera per ore sotto il sole per difendere i diritti degli animali

Ieri è rimasta rinchiusa per alcune ore in una piccola gabbia sotto il sole cocente in piazza a Mondello, una località balneare di Palermo, per manifestare contro l’abbandono dei cani in estate.

Anita Sorano ha detto: “Sola e abbandonata come migliaia di animali a quattro zampe che ogni estate trovano rifugio negli angusti spazi dei canili”.

L’iniziativa battezzata ‘Adotta invece di abbandonare’, era stata voluta dal gruppo cinotecnico Vilardo e curata dalla Mediatica Mnc di Monica Longo.

“Sono migliaia i cani che ogni anno, arrivata l’estate – hanno affermato gli organizzatori – vengono abbandonati da famiglie senza pudore che, prima di andare in vacanza, decidono di disfarsi dell’amico a 4 zampe quasi fosse un rifiuto”.

“Spesso questi cani muoiono di fame o investiti dalle auto. Molti, grazie ai volontari e alle associazioni – hanno spiegato i manifestanti – trovano rifugio nei canili dove, però, sono costretti a vivere una vita in gabbie troppo piccole e sovraffollate. L’unica loro speranza è l’adozione”.

Anita Sorano con la sua autosegregazione ha voluto far vedere ai cittadini qual’è la sorte di “quei cani che un tempo avevano un nome ed una famiglia e che oggi sono condannati ad una vita di solitudine e malinconia dietro le sbarre”.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti (2) »

  • gaia ha detto:

    anchio non voglio che si abbondonino gli animali. purtroppo la gente è cosi ,tutti i cani abbandonati vengono sbattuti al canile e la loro vita se la ritrovano dentro a una gabbia. io qes’anno invece che prendere un cane di razza vado al canile almeno salverò una delle loro vite vi voglio bene cagnolini

  • cristy ha detto:

    voglio questo cane

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008