cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Tra i detenuti che recitano Shakespeare

Autore: . Data: mercoledì, 14 aprile 2010Commenti (0)

Spettacolo della compagnia teatrale carceraria ‘Araba Fenice’

Davanti ad un folto pubblico formato dai dirigenti del carcere, da parenti, insegnanti e formatori professionali, i detenuti di Spoleto, in provincia di Perugia, hanno recitato testi liberamente tratti da opere di W. Shakespeare, oltre ad altri brani elaborati insieme alla regista Patrizia Spagnoli.

Lo spettacolo narra di un gruppo di attori che si prepara ad affrontare un provino per poter “calpestare” i palcoscenici dei più grandi teatri del mondo e, dopo ore ed ore di prove e di vita in comune, dovranno accettare l’esito delle selezioni che per alcuni sarà positivo e per altri negativo. Come in tutte le sfide della vita, ci saranno vincitori e vinti.

La consapevole ed amara conclusione riguarda le possibilità, le opportunità e le condizioni che, favorevoli o avverse che siano, determinano i diversi percorsi della vita. Tenendo presente che la condanna a vita non offre più ai reclusi alcuna possibilità di partecipare ad altre sfide.

La rappresentazione si è conclusa tra gli applausi in un’atmosfera che, per tutta la durata, ha “rimosso” per qualche ora l’esistenza di quei pesanti cancelli entro i quali i detenuti sono poi tornati alla loro quotidianità.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008