cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » politica
Regola la dimensione del carattere: A A

Asili nido e materne: sciopero Rdb

Autore: . Data: venerdì, 16 aprile 2010Commenti (0)

Protesta a Roma contro la “gestione del tutto insufficiente del Comune”

Le Rappresentanze di Base del pubblico impiego ha proclamato due nuovi giorni di sciopero delle educatrici di nidi e scuole d’infanzia per i prossimi 18 e 19 maggio, con manifestazione cittadina a Roma.

Intanto, lunedì 19 e giovedì 22 aprile, dalle ore 16.30, le lavoratrici dei servizi scolastici educativi saranno nuovamente in Campidoglio nel corso delle riunioni del consiglio comunale e, si legge in una nota, “continueranno a far pesare la loro presenza fin quando il sindaco Alemanno non deciderà di prestare una maggiore e più qualificata attenzione ai bambini di Roma”.

Con la ripresa delle mobilitazioni RdB continua a denunciare “il disinvestimento dell’amministrazione capitolina sui servizi pubblici attraverso il taglio degli organici nei nidi e nelle sezioni ponte, l’utilizzo selvaggio del personale precario, le mancate assunzioni nei nidi e nelle scuole dell’infanzia, il costante flusso di risorse verso i privati per  l’apertura di improbabili quanto inaffidabili strutture assistenziali rivolte ai bambini di Roma”.

Le risposte del sindaco Alemanno alle tante famiglie che chiedono servizi, sostiene il sindacato, “è del tutto inadeguata ed insufficiente, come è intollerabile l’atteggiamento di assoluta indifferenza nei confronti del personale  che ogni giorno denuncia condizioni di estrema difficoltà nella gestione delle normali attività didattico-educative. Inoltre l’Amministrazione comunale non ha ottemperato ad alcuno degli impegni di carattere politico assunti nell’incontro con il sindaco dello scorso 11 marzo, proseguendo invece nella sistematica riduzione dell’offerta pubblica”.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008