cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca, vivere
Regola la dimensione del carattere: A A

Bersani a Sanremo

Autore: . Data: venerdì, 12 febbraio 2010Commenti (0)

Crisi, disoccupati, cassintegrati e licenziamenti? Lui va al Festival.

Ha detto il segretario: “Il Pd è un partito popolare, senza snobismi, che va dove c’è la gente. Dove la gente ha dei problemi e soffre, ma anche dove si diverte”. Così dopo aver lasciato da parte la prima opzione ha scelto senza timore la seconda ed andrà ad ascoltare le canzonette del più provinciale appuntamento canoro del continente europeo.

Non si sa se a spese proprie, ospitato dall’organizzazione o con il ‘rimborso del partito’, Bersani si porterà dietro la figlia ed anche i tecnici della televisione fantasma inventata da Veltroni, Youdem.

Il canale tv del partito democratico (quanto costa?), sintonizzato col popolo che si “diverte”, manderà in onda il suo ‘Dopofestival’, al quale saranno invitati non i precari della scuola o i manifestanti di Termini Imerese, ma gli ospiti canterini e gli artisti in gara.

Evento ‘maximo’ sarà un talk show col segretario, nel quale secondo un reappresentante del Pd, Lino Paganelli, “parleremo di musica e dei giovani. Sanremo è una kermesse che ha tantissimi risvolti: musicali, mediatici, televisivi e per questo ci saremo”.

Secondo le prime indiscrezioni, la nuova strategia del trash in tv del centro sinistra prevede una dj (o vj, non si sa) che farà da conduttrice per le serate, mentre durante il giorno i giovani del partito organizzeranno convegni, definiti in anticipo “non barbosi”.

Gli appuntamenti per il Dopofestival di Youdem non saranno indimenticabili. Martedì 16 febbraio ci sarà cantautore indie folk Zibba, mercoledì 17 il rapper romano Piotta, che si esibirà insieme al gruppo punk dei Lemmings, giovedì 18 il duo Il Genio e venerdì 19 i romagnoli Nobraino. Sabato sera 20 gran finale con Tao.

L’evento mediatico pensato dagli ‘astuti” strateghi della comunicazione del Partito democratico presto scatenerà l’ilarità di quel che rimane dell’Italia pensante, ma nel frattempo ha convinto la rivista ‘Fare Futuro’, vicina a Giancarlo Fini.

Hanno scritto i seguaci del presidente della Camera: “Dopo sessant’anni di puzza sotto il naso, di contrapposizione ideologica e culturale con il Festival della canzone italiana, la sinistra italiana riscopre il nazionalpopolare, addirittura se ne appropria. Se il segretario del partito più importante della sinistra si tufferà nel marasma sanremese e se, come se non bastasse, YouDem (la televisione del Pd) produrrà un vero e proprio Dopofestival, qualcosa è davvero cambiato“.

Di questo se ne sono accorti milioni di elettori di sinistra che non vanno più a votare e c’è da star certi che la ‘Sanremo mission’ di Bersani ne farà crescere il numero, perchè se sbagliare è umano, perseverare è diablico. E questo ai dilettanti della comunicazione del Pd sfugge del tutto.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008