cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Operai di Fincantieri in lotta

Autore: . Data: mercoledì, 16 dicembre 2009Commenti (0)

L’azienda non paga i premi di efficienza.

scioperoProsegue la mobilitazione dei lavoratori della Fincantieri di Sestri Ponente a Genova e del Muggiano alla Spezia, dopo la conferma da parte dell’azienda che il previsto pagamento del premio di efficienza per il mese di dicembre non sarà effettuato “non rispettando così gli accordi nazionali sindacali di luglio”.

Ieri notte i lavoratori del cantiere di Sestri e del Muggiano hanno sono rimasti nelle palazzine delle direzioni con i dirigenti dell’azienda, che sono restati con loro.

A Genova, dopo aver trascorso la notte nella palazzina della direzione, i lavoratori, intorno alle ore 8, hanno proclamato uno sciopero e sono scesi in strada, bloccando la circolazione stradale.

Gli operai di Sestri Ponente sono in attesa di una convocazione dalla Prefettura in modo da “poter risolvere, insieme all’azienda, la vertenza”. Anche i lavoratori del Muggiano sono stati in sciopero per tutto il giorno.

“L’azienda non paga un premio e manda un segnale preoccupante – ha affermato un rappresentante sindacale -. Dicendo che Genova, Spezia e Ancona non sono cantieri efficienti fa capire che in un domani questi cantieri potrebbero essere ridimensionati”.

L’azienda avrebbe dovuto versare un premio di 600 euro a fine dicembre e 150 a gennaio.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008