cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » vivere
Regola la dimensione del carattere: A A

La biennale della periferia

Autore: . Data: mercoledì, 11 novembre 2009Commenti (0)

Da domani a Roma nel Museo degli strumenti musicali.

PeriferiaMigranti e morti sul lavoro, tango e gospel attraverso letteratura, installazioni di artisti in parchi pubblici, musica e pittura, tutto rigorosamente distante dal centro simbolico e non della capitale e realizzata grazie a sponsor privati.

E’ la seconda Biennale della periferia che mette a confronto una trentina tra pittori, scrittori, musicisti e fotografi, dal titolo ‘L’evento oltre le note’. Tra questi, Franco Massimi, Bruno Canova, Donato Silvestre. La manifestazione si inaugurerà domani a Roma nel Museo degli strumenti musicali con la presentazione di ‘Quasi uguali. Storie di immigrazione’ di Francesco De Filippo, per spostarsi, fino a giugno 2010 nel Palazzo Castelli- Cannella.

Alla periferia est di Roma, l’edificio fu stamperia artistica di Afro, Vespignani, Maccari e Morandi ed è oggi, grazie agli stessi organizzatori della Biennale, l’associazione La Farandola, sede di studi e laboratori di pittori e scultori.

Il programma degli appuntamenti è diviso tra Palazzo Castelli-Cannella e il Museo nazionale degli strumenti musicali. La mostra di pittura, alla quale partecipano 22 artisti, è stata allestita nelle sale del museo, dal 15 novembre sarà trasferita nel Palazzo Castelli-Cannella, dove resterà fino al giugno prossimo.

Ogni mese, inoltre, si terrà un appuntamento a tema: si comincia, l’11 dicembre, con il concerto di musica gospel, all’interno del museo, e si prosegue con reading di poesie e un concerto-performance ‘estemporanea pittorica’ dal titolo ‘Colortango’, con l’Orchestra Tango di Roma.

L’ultimo appuntamento è per giugno, quando, come ha annunciato il presidente del VII Municipio, Roberto Mastrantonio, “il parco pubblico Marcinelle nella zona La Rustica, sarà trasformato, più genericamente, nel parco dei caduti sul lavoro e ospiterà una serie di installazioni pittoriche e scultoree sul tema”.

Tutte iniziative nel solco dell’obiettivo prefissatosi dall’ associazione La Farandola: “Avvicinare l’arte alla gente comune”, come ha spiegato la presidente Romina De Cesaris.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008