cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

A Palermo il Festival della Legalità

Autore: . Data: venerdì, 2 ottobre 2009Commenti (0)

La città combatte contro i rifiuti, ma anche per ricordare la lotta alla mafia.

falcone_borsellinoOtto giorni di spettacoli, concerti, proiezioni di film, presentazioni di libri, dibattiti. È il Festival della Legalità, giunto alla sua seconda edizione, che aprirà i battenti a Villa Filippina, a Palermo sabato prossimo e che fino al 10 ottobre vedrà susseguirsi dalla mattina alla sera una lunga serie di appuntamenti, che coinvolgeranno anche gli studenti delle scuole palermitane.

Si comincia sabato alle 18.30 con l’inaugurazione della rassegna e l’apertura di quattro mostre: “Volti Colori Memoria” dell’artista Gaetano Porcasi, “Non tutti i pizzini sono uguali” a cura di Patrizia Panebianco e Claudio Reale. Poi una mostra sulla vita di Pio La Torre e l’esposizione delle copertine di “S”.

Di mattina, spazio agli incontri con gli studenti: tra i protagonisti Ficarra e Picone, Marco Risi, Giancarlo Caselli. E sempre in quest’ambito, i ragazzi potranno anche andare “a lezione d’impresa”, con Sviluppo Italia Sicilia, in occasione del dibattito “Un patto per la Sicilia” organizzato da MF e moderato dall’editore e direttore, Paolo Panerai.

Nel pomeriggio le presentazioni di libri sul tema della legalità alla presenza degli autori e a seguire i concerti di gruppi musicali dei quartieri più a rischio di Palermo.

Le serate sono dedicate a cinema e teatro, con gli spettacoli, tra gli altri, di Davide Enia e Roberto Alajmo e la prima della docufiction “Il mago dei soldi” sulla vicenda di Giovanni Sucato. Tra le altre personalità che prenderanno parte alla kermesse anche i magistrati Maurizio De Lucia e Antonio Ingroia e la giornalista Rosaria Capacchione, che parteciperà a un’iniziativa sulla libertà di stampa organizzata dall’Ordine dei giornalisti di Sicilia.

Tra gli altri appuntamenti del programma curato dal direttore artistico Filippo D’Arpa anche la riapertura della cappella di Villa Filippina alla presenza del coro della Cattedrale di Palermo.

Tutte le manifestazioni sono a ingresso libero. “Non si tratta sicuramente di antimafia da passerella” ha spiegato stamattina ai giornalisti il direttore artistico della manifestazione, Filippo D’Arpa.

“L’amministrazione provinciale – ha ricordato il presidente della Provincia di Palermo, Giovanni Avanti – ha scelto di guardare alla legalità. Per questo abbiamo deciso di costituirci parte civile in tutti i processi per usura e racket e abbiamo anche dato il via libera a Micro.Pa onlus, l’associazione per lo sviluppo della microfinanza attraverso la quale la Provincia concede finanziamenti alle piccole imprese, spesso escluse dal circuito delle banche, fino a 25 mila euro”.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008