cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Il lavoro uccide ancora

Autore: . Data: mercoledì, 15 luglio 2009Commenti (0)

Continua lo sterminio, anche ieri incidenti e vittime.

morti-sul-lavoroUn operaio, è stato travolto ieri da un autocarro sull’Autosole nel Piacentino ed è morto nel pomeriggio all’ospedale dopo il ricovero. La tragedia è avvenuta nel tratto fra Piacenza e Fiorenzuola. Secondo una prima ricostruzione, un autocarro da 75 quintali, che stava viaggiando da Piacenza in direzione di Parma, all’altezza di Pontenure ha travolto due operai che si trovavano fra la prima corsia e la piazzola di sosta. Nell’impatto è rimasto gravemente ferito Giuliano Fratti, 53 anni, di Mirandola (Modena). Ferito invece in modo lieve un suo collega. Fratti è stato portato in eliambulanza all’ospedale Maggiore di Parma, dove è morto per le ferite riportate. L’altro operaio è stato medicato all’ ospedale di Fiorenzuola.

Intanto un muratore di 21 anni era morto durante la notte di lunedì in seguito alle ferite e alle lesioni riportate in un incidente sul lavoro avvenuto a Piancamuno (Brescia). Elia Cantoni, 21 anni di Gianico (Brescia) era stato travolto da un manufatto in cemento in un cantiere edile. Le condizioni del giovane erano apparse subito gravissime ed era stato portato con l’eliambulanza del 118 all’ospedale civile di Brescia dove putroppo è morto.

Un altro operaio, di origine peruviana, è morto sempre ieri mattina ad Avise, nell’alta Valle d’Aosta, dopo essere caduto, assieme a un collega, da un traliccio elettrico alto 12 metri. Il secondo uomo è rimasto ferito ed è stato prima trasportato in elicottero all’ospedale di Aosta e successivamente trasferito al Cto di Torino. Le sue condizioni non sono gravi. La vittima si chiamava Daniel Octavio Dominguez Ramon ed era residente a Brescia. Lavorava per una ditta di manutenzioni elettriche del bresciano. L’incidente è avvenuto nei pressi di una stazione elettrica della società Terna. I due uomini stavano effettuando la rimozione di un pezzo del traliccio, quando si è staccata la parte alla quale erano ancorati. Dominguez Ramon ha battuto la testa al suolo ed è morto sul colpo.

In Sicilia un bracciante agricolo originario di Resuttano, Angelo Conoscenti, 45 anni, residente a Calascibetta (Enna), è morto nel pomeriggio schiacciato da un trattore con cui stava effettuando lavori. L’uomo era alla guida del trattore gommato che si è ribaltato mentre percorreva una stradina di contrada Porcheria, sotto il viadotto dell’A19 Palermo-Catania. È morto sul colpo. Sono intervenuti i carabinieri per accertare anche se Conoscenti era un lavoratore in nero. Il pm Alessandro Aghemo non ha disposto l’autopsia.

Un operaio di 41 anni, di nazionalità straniera, è morto a Peschiera Borromeo, nel milanese, per una caduta da un cestello elevatore. Secondo la ricostruzione dell’accaduto l’uomo si trovava all’altezza di circa 15 metri quando il cestello si è ribaltato provocandone la caduta. L’operaio, che risiedeva a Cisano Bergamasco, è morto sul colpo.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008