cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Contro i tagli alla scuola

Autore: . Data: giovedì, 9 luglio 2009Commenti (0)

L’estate non ferma la protesta degli insegnanti.

precariIl Coordinamento dei lavoratori precari della scuola ha annunciato per il prossimo 15 luglio un sit-in nazionale a Roma davanti a Palazzo Chigi per protestare contro i tagli del Governo.

Secondo i promotori dell’iniziativa, il prossimo anno saranno tagliati circa 57mila posti, tra personale docente, impiegati amministrativi e collaboratori scolastici. A farne le spese soprattutto i precari, a cui non sono stati rinnovati i contratti alla fine di giugno.

“La scelta di scendere in piazza il 15 luglio non è casuale” ha spiegato Giuseppe Palatrasio del Coordinamento Scuola 3 Ottobre, attivo a Milano. “In quella data arriverà alla Camera il progetto di legge Aprea, che apre le porte all’ aziendalizzazione della scuola pubblica e dà ai presidi la possibilità di decidere le assunzioni, sbarazzandosi del sistema delle graduatorie”.

“La conferma dei tagli mette a serio rischio la qualità dell’insegnamento – ha continuato Palatrasio -. Quello che chiediamo è l’assunzione dei precari per coprire i posti vacanti nell’ organico scolastico e la fine del precariato istituzionalizzato nella scuola”.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008