cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

L’Italia per la stampa olandese

Autore: . Data: venerdì, 5 giugno 2009Commenti (1)

Ancora un articolo imbarazzante sul Belpaese. La credibilità della nazione e della sua stampa è precipitata in tutta Europa.

stampaesteraIn un articolo a firma Aart Heering, pubblicato da Algemeen Dagblad, si offre un quadro avvilente della nostra televisione pubblica e dei giornalisti . I cittadini ignorano del tutto che l’immagine dell’Italia nel mondo sta crollando. Nessuno fuori dai confini della penisola è in grado di accettare un Paese guidato da un premier definito la scorsa tettimana dal ‘Financial Times’ un “clown”. I danni prodotti da Berlusconi sono incommensurabili, ma anche l’opposizione, timida, divisa e senza idee ha le sue responsabilità.

Nell’articolo dal titolo “Intervista di Berlusconi ‘manipolata’ per la Tv” si legge:

“L’emittente pubblica italiana RAI oggi ha superato se stessa nel sottomettersi al premier Berlusconi. I giornalisti della RAI di solito tremano all’idea di porre al premier domande che non gli aggradano. Per questo motivo, nel corso delle ultime settimane, i telegiornali hanno trattato la notizia della presunta relazione di Berlusconi con una minorenne con la massima prudenza, notizia che ha invece causato forti polemiche sui giornali.

Per contro, è stato dato molto spazio a un’ intervista della CNN a Berlusconi, nel corso della quale il premier sostiene, senza contradditorio, che tutte le voci che circolano sono fondate unicamente su calunnie della sinistra.

Le emittenti di Berlusconi ne hanno trasmesso lunghi spezzoni, ma sia il primo che il terzo canale della Rai hanno fatto ancora di meglio, trasmettendo una versione ‘manipolata’ dell’intervista della Cnn.

Nelle immagini che hanno utilizzato infatti si vede, alla sinistra del premier, il simbolo elettorale del suo partito: un cerchio con la scritta “Berlusconi presidente”. Nel fimato della Cnn non c’era, ma la Rai lo ha aggiunto sovrapponendo alle parole dette dal premier all’emittente americana le immagini di un’intervista dell’emittente commerciale italiana Videolina. Il proprietario di Videolina, un fan di Berlusconi, ha aggiunto il logo del partito al filmato, che ha poi passato alla Rai. Usando quelle immagini, anche la Rai ha trasformato l’intervista con la Cnn in uno spot elettorale per Berlusconi.

Anche al cinema si lavora per la campagna elettorale. Nel film ‘Una notte al Museo 2′, da poco nelle sale, il protagonista Ben Stiller incontra un Napoleone, che gli racconta che in Italia circola un suo discendente, un tempo “cantante su una nave, e che a certi piace molto”. Nella versione doppiata in Italiano, la frase è diventata: “che piace molto a tutti””.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti (1) »

  • istantarte ha detto:

    I recenti avvenimenti politici e personali nei riguardi di Silvio Berlusconi pubblicati nei giornali esteri possono danneggiare a livello culturale e sociale l’immagine dell’Italia nel Mondo?
    http://www.istantarte.it/dblog/articolo.asp?articolo=108

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008