cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

La cassa integrazione esplode

Autore: . Data: martedì, 9 giugno 2009Commenti (0)

Il clamore delle elezioni ha silenziato i dati sulla cigs, sempre più estesa nel mondo del lavoro italiano.

operaiA maggio sono state autorizzate 87 milioni di ore di cassa integrazione, contro i 20,2 milioni del maggio 2008, con una crescita del 330,55 per cento. Nei primi cinque mesi dell’anno (da gennaio a maggio) il totale delle ore sfiora i 293 milioni di ore, con un più 256,59 per cento rispetto ai primi cinque mesi del 2008.

Secondo il dati diffusi dall’Inps ieri le aziende italiane hanno continuato a chiedere autorizzazioni per accedere alla cassa integrazione, ma si tratta di un aumento, che accentua la dinamica di “crescita frenata” rispetto al mese precedente (più 15,82 per cento rispetto ad aprile 2009), rafforzando la tendenza manifestatasi già ad aprile (più 27,82 per cento rispetto a marzo).

In una nota dell’Inps si sostiene che l’incremento di ore autorizzate è ancora sensibile rispetto allo stesso mese dello scorso anno, soprattutto per la cassa integrazione ordinaria: più 609,28 per cento. Per le richieste di cassa integrazione straordinaria (più 90,29 per cento rispetto al maggio 2008) si manifesta con più forza la frenata: nel maggio 2009 le richieste sono state addirittura inferiori rispetto ad aprile 2009 (meno 1,14 per cento).

Cesare Damiano del Pd commentando i dati è di parere contrario alle deduzioni dell’Inps: “L’esplosione della Cig a maggio, più 15,8 per cento rispetto ad aprile e più 609 rispetto al maggio 2008, è la dimostrazione della portata della crisi e delle bugie di un governo che fugge dalle sue responsabilità”. L’ex ministro del lavoro del governo Prodi ha concluso: “Quando il presidente del Consiglio passa dal rassicurante spazio dei salotti televisivi amici a quello ben più duro della realtà, il contrasto si fa evidente e doloroso. Nonostante lo strapotere mediatico di governo e maggioranza le persone si stanno cominciando ad accorgere dell’inganno di un governo che ha fatto poco o nulla per lavoratori e precari”.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008