cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » esteri
Regola la dimensione del carattere: A A

In Grecia vince l’opposizione socialista

Autore: . Data: lunedì, 8 giugno 2009Commenti (0)

Smentendo i commentatori anche in Grecia, come in Francia e Germania, avanza hi critica la politica lonntana dai cittadini.

pasokIl partito socialista Pasok ha vinto le elezioni europee in Grecia, in un voto che rischia di mettere in difficoltà il governo conservatore guidato dal partito Nuova democrazia. Secondo dati praticamente definitivi (relativi al 99,87 per cento dei voti), il Pasok ha ottenuto il 36,65, mentre Nuova Democrazia ha avuto il 32,30.

A livello di seggi i due partiti ottengono ciascuno otto eurodeputati. Tuttavia il voto rischia d’incidere sul piano interno, dove il governo conservatore ha una maggioranza di un solo seggio in parlamento.

Alle europee del 2004, Nuova Democrazia aveva ottenuto il 43 per cento distanziando il Pasok di 9 punti. “Il risultato elettorale non ci soddisfa- ha commentato il primo ministro Costas Karamanlis- Molti nostri elettori ci hanno inviato un chiaro messaggio, scegliendo di non votare”.

“Il risultato è una speranza per un nuovo inizio”, ha invece affermato il leader socialista, Giorgos Papandreou. Nell’insieme il voto segnala un forte scontento dell’elettorato di fronte alle accuse di corruzione nei confronti di Nuova Democrazia e alla crisi economica, che si è tradotta in una forte instabilità sociale con scioperi e manifestazioni violente.

Per la prima volta in Grecia ottiene un seggio all’europarlamento il partito degli Ecologisti Verdi, con il 3,49 per cento. Un seggio anche alla sinistra di Synasprismos, che ha il 4,70.

L’astensione, in un Paese in cui il voto è obbligatorio, è arrivata al record del 52 per cento, e diversi voti sono andati a piccoli partiti. il Partito comunista ha ottenuto l’8,35 per cento (2 seggi), mentre la formazione di destra anti immigrati ‘Raduno Popolare Ortodosso’ (Laos) è arrivata al 7,15 per cento (2 deputati), mostrando come il razzismo sia arrivato anche in Grecia.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008