cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Le deportazioni italiane arrivano a Strasburgo

Autore: . Data: venerdì, 15 maggio 2009Commenti (0)

Il presidente della Commissione Libertà civili dell’Europarlamento Gerard Deprez ha scritto al vicepresidente Jacques Barrot per chiedergli “con urgenza” la posizione della Commissione sulle decisioni del governo italiano.

parlamento-europeoNella lettera, Deprez ha spiegato di rivolgersi a Barrot su richiesta dei coordinatori in commissione del Pse, dei liberaldemocrarici, dei Verdi e della Sinistra e ha chiesto di sapere quale sia lo stato giuridico “dal punto di vista del diritto internazionale e comunitario delle persone intercettate delle autorità italiane”, quale sia il regime applicabile a queste persone e “se e in quali condizioni eventuali richiedenti asilo possono essere rinviati verso un Paese che non aderisce alla convenzione di Ginevra”.

“Tenendo conto che le misure prese dalle autorità italiane possono avere un impatto a livello delle politiche europee legate al controllo delle frontiere esterne di Schengen e della lotta all’immigrazione illegale, ma al tempo stesso riguardano la protezione del diritto d’asilo”, Deprez ha fatto sapere di volere anche chiarimenti anche per quanto riguarda l’accordo bilaterale fra Italia e Libia.

Il presidente della commissione Libertà civili vuol sapere se l’accordo copre anche gli aspetti di competenza comunitaria e intima a Barrot di trasmettergli per intero le clausole  che investono competenze comunitarie  “fermo restando chiaro che l’accesso a tutte le parti eventualmente classificate da parte dei componenti della commissione sarà regolato dalle disposizioni pertinenti del regolamento dell’Europarlamento”.

Deprez conclude la missiva rilevando che data “la delicatezza dell’argomento” vorrebbe ricevere le risposte del vicepresidente della Commissione “con urgenza” per poter esaminare con i coordinatori all’interno della Commissione se si ritiene necessario un supplemento di informazione o anche la convocazione di una riunione straordinaria

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008