cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » politica
Regola la dimensione del carattere: A A

Elezioni europee: dai sondaggi catastrofe per il Pd

Autore: . Data: martedì, 19 maggio 2009Commenti (0)

Si avvicina il giorno del voto e secondo i dati diffusi si preannuncia una forte affermazione del centro destra. L’opposizione non riesce ad invertire il trend negativo. Di Pietro è in crescita, mentre a sinistra del Pd si rischia di non superare lo sbarramento del 4 per cento.

franceschiniSecondo Renato Mannheimer, intervistato da Affaritaliani.it  “Chi si sta avvantaggiando maggiormente in questa fase è certamente la Lega Nord, perché raccoglie più di altre forze politiche la protesta dei cittadini sui temi legati all’immigrazione e agli sbarchi dei clandestini. Non solo; il Carroccio approfitta delle problematiche di Silvio Berlusconi”.

Per il sondaggista “un appannamento del premier porta alcuni elettori del centro destra a rifugiarsi nel movimento di Umberto Bossi. Che il 6-7 giugno può ampiamente superare il 10 per cento, raggiungendo il record storico e ottenendo qualcosa di significativo anche nelle Regioni del Centro-Sud”.

Secondo i dati in suo possesso Mannheimer ha sostenuto che “il Popolo della Libertà appare ancora sopra il dato delle Politiche 2008 e potrebbe attestarsi attorno al 40 per cento. Sul Partito Democratico è estremamente difficile fare una previsione. Attualmente oscilla tra il 24 e il 25 per cento, ma dipende dai giorni. Si tratta di un voto molto instabile: ci sono persone che una volta scelgono il Pd, poi decidono di astenersi e poi tornano sul partito di Dario Franceschini. Fino all’ultimo giorno probabilmente sarà così. E’ arduo stimare anche l’Italia dei Valori di Antonio Di Pietro, che comunque potrebbe ottenere un dicreto exploit rispetto alle elezioni del 2008. Impossibile prevedere al momento se la lista comunista di Ferrero e Diliberto, Sinistra e Libertà di Nichi Vendola e il cartello Mpa-Storace-Pionati-Pensionati supereranno lo sbarramento del 4 per cento. Quasi impossibile che ce la facciano Bonino e Pannella”. Infine per l’Udc “è previsto sostanzialmente un risultato in linea con quello delle Politiche dell’anno scorso”.

Un altro sondaggio, realizzato dall’Osservatorio Sky Digis tra il 15 ed il 17 maggio, offre qualche risultato diverso. Il Pdl avrebbe il 40,8 per cento, ebbe alle politiche del 2008 il 37,4, mentre la Lega passerebbe dall’8,3 delle ultime elezioni all’8,5 del prossimo giugno.

Nel cento destra, infine, il Polo dell’autonomia (Mpa,La Destra, Pensionati e Alleanza di centro) prenderebbe il 2,2 per cento contro il 3,8 del 2008.

Per l’opposizione il Pd sarebbe al 26,1, aveva il 33,1. L’Itala dei valori potrebbe raggiungere il 7,5, contro il 4,4.

Critica la situazione a sinistra. Rifondazione comunista e Comunisti italiani sarebbero al 3,1, mentre Sinstra e libertà (Verdi, Sinistra democratica, Socialisti, Moviento per la snistra) al 3,5. Sommate tutte queste forze ebbero nel 2008 il 4,1. Quindi incrementerebbero di due punti e mezzo il proprio risultato, ma presentandosi divisi non supererebbero il 4 per cento di sbarramento, rischiando di scomparire anche da Parlamento europeo dopo essere spariti da quello italiano.

Casini, con la sua Udc, potrebbe conquistare il 4,8, perdendo rispetto alle ultime politiche nelle quali prese il 5,6. Radicali e altri al 3,5 non dovrebbero farcela

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008