cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Dimenticata la class action

Autore: . Data: giovedì, 14 maggio 2009Commenti (0)

Il centro destra ha mandato in soffitta casi come Cirio, Parmalat, Giacomelli, Finparte e a Finmac e in fumo i risparmi di chi aveva investito in quelle società.
class-actionLo ha sostenuto il vicecapogruppo dei senatori del Pd, Luigi Zanda rendendo noto che la maggioranza chiedendo “per la terza volta una proroga e un rinvio” dell’entrata in vigore della norma.

Il senatore ha ricordato come con l’azione collettiva di risarcimento “non si introduce nessun reato nuovo e nessuna nuova aggravante, si offre soltanto ai cittadini, ai consumatori, ai risparmiatori, ai piccoli azionisti una possibilità di difesa migliore dei propri interessi”. Zanda ha rimproverato al centro destra di aver previsto degli “ammorbidimentì sul piano dei contenuti, con le proroghe concesse”.

Zanda ha proseguito; “Quando si approvano norme di questo genere, si sa qual è il destinatario, a chi si riferiscono, chi deve essere beneficiato. Si sa, ad esempio, chi doveva essere beneficiato dalla norma sul conflitto di interessi. Chi avrebbe potuto trarre beneficio dalla regolamentazione delle televisioni, chi dalle leggi sul falso in bilancio e chi ha tratto e trarrà beneficio dai rinvii finora effettuati della legge che prevede l’azione collettiva di risarcimento. Non si sa, invece, chi beneficerà di quest’ultimo rinvio. Ma lo sapremo e non sarà un bel momento per il nostro Paese e nemmeno un bel momento politico”.

Infine il vicecapogruppo dei senatori del Pd ha ricordato come “la storia è iniziata con l’Alitalia e con la riduzione dei poteri dell’Antitrust. Poi il piano casa, che nella sua prima versione prevedeva la semplificazione delle norme antisismiche. La maggioranza vuole l’emendamento Balboni che elimina la retroattività dell’azione collettiva di risarcimento. È un gravissimo errore perchè così impedisce ad un istituto di civiltà giuridica di entrare rapidamente nel nostro Paese”.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008