cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Torna l’Onda, gli studenti in piazza

Autore: . Data: mercoledì, 18 febbraio 2009Commenti (0)

Si avvicina la mobilitazione nazionale studentesca che ha l’obiettivo di riportare nelle piazze italiane gli studenti. “Surfing Day” è la parola d’ordine che l’Unione degli Studenti ha lanciato per far tornare l’onda il prossimo 27 febbraio.

foto-studenti”Ci sembra indispensabile – afferma Roberto Iovino, Coordinatore dell’Unione degli Studenti – far tornare forte la voce degli studenti. Il governo, infatti, non si è fermato, ma attraverso circolari e regolamenti attuativi pianifica e distribuisce i tagli alla scuola”.

”Assistiamo ad un vero depauperamento del sistema scolastico, – sottolinea  Iovino – si punta a eliminare preziose ore di lezione e di laboratorio in particolare a tecnici e professionali, per quanto riguarda le superiori. Si mira, inoltre a privatizzare la scuola attraverso il pericoloso progetto di legge Aprea che, se passasse, non garantirebbe più la rappresentanza studentesca nei consigli di amministrazione delle scuole-fondazioni”.

Ma la protesta non finisce qui, gli studenti si scagliano anche contro il voto in condotta ritenuto ”strumento inutile per combattere il bullismo, ma solo strumento di ricatto in mano a presidi e professori”.

La protesta, tuttavia, vuole anche essere propositiva: “Lanceremo proposte concrete – sostiene Stefano Vitale, dell’UdS – che vanno dal rafforzamento della partecipazione studentesca negli organi collegiali, alla creazione di aule autogestite per gli studenti, fino al potenziamento della carta ‘Io studio’ che deve diventare uno strumento per offrire servizi agli studenti e reali strumenti di accesso alla cultura e all’informazione. Continueremo a chiedere politiche basate sulla conoscenza per uscire dalla crisi economica”.

Intanto i cortei si preparano sul web, il gruppo Facebook ”27 Febbraio 2009: Surfing day, Studenti sull’onda della crisi!” a pochi giorni dall’apertura sfiora i 7000 studenti contattati di cui quasi 2000 già si dichiarano pronti a partecipare alle iniziative che si svolgeranno in tutta Italia.

Tra i primi appuntamenti previsti: a Roma Corteo da Piramide (metro B) alle 9.30; a Torino Corteo da Piazza Arbarello alle 9.00; a Genova Corteo da Piazza Caricamento, sempre alle 9.00. A Napoli, si terrà, invece, sempre alle 9.00 una lezione all’aperto in Piazza Dante; a Salerno Assemblea sull’edilizia scolastica in Piazza Cavour (di fronte alla sede della Provincia), dalle 9.00. A Cosenza è previsto un Flash Mob pomeridiano in Piazza dei Bruzzi così come a Trieste, in Piazza Oberdan. A Siena il Corteo partirà da Piazza della Posta alle 9.00 mentre a Brindisi da Piazza della Stazione alle 9.30. E ancora, a Viterbo Corteo da Piazza del Sagrario alle 9.30 e lezione in Piazza del Plebiscito (Piazza del Comune) alle 12.00. Ancora in via di definizione iniziative a Bologna, Padova, Reggio Calabria, Siracusa, Catania, Bari, Grosseto, Ancona, Milano, Matera, Potenza. Sul sito www.unionedeglistudenti.it è possibile scaricare l’appello della mobilitazione e consultare gli appuntamenti aggiornati.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008