cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » primo piano, vivere
Regola la dimensione del carattere: A A

Perché Sanremo è Sanremo: festival e veleni

Autore: . Data: lunedì, 16 febbraio 2009Commenti (0)

Chiacchiere e polemiche attorno all’appuntamento clou della canzone italiana sono già cominciate. Lo show parte domani: ci saranno Mina (in voce), Bonolis e le conigliette di Playboy. Incognita-ascolti, dopo il flop dell’anno scorso

aristonsanremoCi siamo. Tra compensi dorati (al conduttore), polemiche sui gay (la canzone di Povia) e speranze sullo share (l’anno scorso al minimo storico, nonostante la presenza di Pippo Baudo), parte domani a Sanremo il 59mo Festival della canzone italiana.

Apertura col botto: ci sarà Mina (in voce) sulle note di ‘Nessun Dorma’, e la gara canora proverà a ravvivarsi tornando a proporre eliminazioni, ripescaggi, duetti, ospiti a volontà.

Ci saranno Roberto Benigni, Maria De Filippi, le conigliette di Playboy, ma possiamo dire in anteprima che non mancheranno le polemiche. Tantopiù che il conduttore che si è assunto l’onere (si fa per dire) di veleggiare nella tempesta, Paolo Bonolis, sa che cosa lo aspetta: fucili puntati per cinque giorni visto perché gli ascolti vanno risollevati ad ogni costo (l’anno scorso si registrarono 8 punti di share in meno rispetto al 2007).

Non per questo gli organizzatori rinunceranno ad alcuni aspetti tradizionali: ci sarà la famosa scala dalla quale scenderanno i concorrenti, ma per la prima volta i cantanti si troveranno in mezzo a due ali dell’orchestra: da una parte gli archi, dall’altra i fiati e le percussioni.

Si esibiranno, tra gli altri, Albano, gli Afterhours, Patty Pravo, Pupo e Povia. Ma ci sarà spazio anche per attori che leggeranno dediche di scrittori come Ammanniti, Maraini, Serra, Giordano e Merini.

Il copione prevede poi modelli e icone della musica mondiale (da Annie Lennox a Burt Bacharach), comici (Checco Zalone) come intermezzo ai duetti delle “nuove proposte” o dei big.

Si entrerà nel vivo giovedì, quando sul palco si alterneranno Pino Daniele, Zucchero, Gino Paoli, Ornella Vanoni, Burt Bacharach, Roberto Vecchioni, Riccardo Cocciante, Massimo Ranieri, Lucio Dalla, Maurizio Vandelli, Dodi Battaglia, Lelio Luttazzi, Mario Biondi, Teo Teocoli.

Il giorno seguente toccherà a Gianni Morandi, Michele Placido, Gabriel Garko, Gigi D’Alessio, Syria, Fabrizio Moro, Mario Venuti, Lara Fabian, Daniela Dessì, il disegnatore Alessandro Matta, Antonio Rezza, la Bmb-Marchin’ Band, i Tazenda e, forse, anche Lory Del Santo e Raoul Bova.

Probabilmente le prime polemiche in diretta inizieranno domani stesso, quando Bonolis potrebbe commentare le bordate lanciate nei giorni scorsi da Dario Fo, che ha spiegato come al teatro Ariston sia “tutto finto, dal pubblico ingessato in platea, a quel che accade sul palco; attorno al Festival si inventano polemiche, papocchi. Tutto falso e in più si vede: che squallore!”.

Nel frattempo, gli amanti della satira possono gustarsi su YouTube il video esilarante di Elio e le storie tese che si esibiscono nella parodia di “Luca era gay” di Povia, che ha scatenato nelle settimane scorse le ire della comunità omosessuale già solo per il titolo.

Il gruppo milanese, in uno scenario simil-sanremese, ha cantato (ospite della trasmissione ‘Parla con me’ di Serena Dandini) sulle note di “Biancaneve e i sette nani”, “YMCA” dei Village People e “Singin’ in the rain” di Sheila una canzone in cui prende in giro il vincitore di Sanremo 2006.

“Gay-oh, gay-oh, e Luca vuol cambiar – canta Elio muovendosi come i sette nanetti del film Disney -. Gay-oh, gay-oh, e la donna vuol provar…”.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008