cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » politica
Regola la dimensione del carattere: A A

Di Pietro contro il decreto Englaro

Autore: . Data: lunedì, 9 febbraio 2009Commenti (0)

Smentendo alcune notizie circolate nei giorni scorsi Antonio Di Pietro voterà contro il disegno di legge sul testamento biologico. Lo ha annunciato in un’intervista a La Stampa.
di_pietro_Il segretario dell’Idv ha motivato la sua decisione spiegando che il disegno di legge in questione ”parla soltanto del caso di Eluana Englaro, non affronta come dovrebbe il tema piu’complesso del testamento biologico”, del quale, secondo il leader dell’Italia dei Valori è necessario che il Parlamento si occupi, ”nelle forme più ampie e nel modo più autorevole”.

”Se mi trovassi in una condizione terminale – dice Di Pietro – vorrei una mano pietosa che mi aiutasse a chiudere gli occhi ma se devo essere io a chiuderli – aggiunge ricordando il caso della madre e della sorelle, entrambe morte dopo un lungo periodo di sofferenza – la mia mano si fermerebbe”.

Sulla condotta del Presidente della Repubblica e sul suo ‘no’ al decreto proposto dal premier Berlusconi, Di Pietro è d’accordo, ”bene ha fatto Napolitano – spiega – Berlusconi voleva forzare la mano, voleva far trovare il Parlamento di fronte ad un fatto compiuto” e questo avrebbe introdotto ”una prassi pericolosissima, replicabile domani per scopi diversi”.

Il presidente del Consiglio, che Di Pietro accusa di ”marciare sulla pelle di Eluana”, ha ” un delirio di onnipotenza; dal lifting al trapianto di capelli, siamo passati alle ansie da ditta torello – dice – da caso psicologico, sta diventando un caso psichiatrico”.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008