cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Adesso anche parlamentari centro-destra contestano Alitalia-Cai

Autore: . Data: mercoledì, 25 febbraio 2009Commenti (0)

Marcello Vernola, vicecapogruppo Forza Italia-Ppe al Parlamento europeo, si chiede dove sia finito il principio di libera concorrenza, quello di libera circolazione dei servizi e che fine abbia fatto l’attenzione per il sud Italia.
alitalia_airfranceVernola, con una interrogazione alla Commissione Europea sottoscritta dagli altri eurodeputati di Forza Italia (Armando Veneto, Salvatore Tatarella, Gabriele Albertini, Riccardo Ventre e Giuseppe Gargani) sostiene che in seguito alla sua riorganizzazione, Alitalia-Cai ha deciso di cancellare sette collegamenti tra gli aeroporti pugliesi e gli hub di Roma e Milano, senza tuttavia rilasciare gli slot che non intende utilizzare.

I permessi di atterraggio e decollo non possono quindi essere ricollocati sul mercato, impedendo così ad altre compagnie aeree di assicurare le rotte annullate e rendendo di conseguenza inutilizzabili ben 29 connessioni internazionali.

Lo stesso problema si rileva per altri collegamenti con destinazioni meridionali, come il Malpensa-Napoli e il Linate-Lamezia Terme. Vernola sottolinea che a causa della paralisi degli slot ne deriva un’evidente crisi di efficienza dei trasporti per Puglia, Campania e Calabria, tutte regioni Obiettivo 1 che devono sviluppare le proprie infrastrutture.

Vernola nell’interrogazione chiede alla Commissione se questa stato delle cose non “leda il principio di libera concorrenza sul mercato e di libera circolazione dei servizi?”. L’aspetto che rende il fatto di interesse è che le proteste contro le strategie di Colaninno e Sabelli arrivino dal centro destra e siano rivolte in ambito europeo, dove il commissario alla concorrenza Neelie Kroes, secondo alcune indiscrezioni, non è mai sembrata particolarmente convinta della fusione Alitalia-Air One.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008