cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Una biennale del fumetto a Venezia

Autore: . Data: mercoledì, 3 dicembre 2008Commenti (0)

Lo spera Milo Manara

Milo Manara dice: “La mia prossima esposizione a Venezia potrebbe essere il primo passo per una Biennale del Fumetto nella città veneta. Una Biennale che avrebbe Hugo Pratt come nume tutelare. Sarebbe un sogno che partisse a Venezia una Biennale del Fumetto, e sapere che questa mostra ne potrebbe essere il primo passo mi riempie di gioia”.

Dalle pagine del ‘Gazzettino Illustrato’, un mensile veneziano, Milo Manara si racconta in esclusiva e anticipa i contenuti della mostra ‘Nuovi Sogni’ che sarà inaugurata alla Fondazione Querini Stampalia il 12 dicembre, evento di punta della prima edizione della rassegna Venice Comic Art Fest.

Per ‘Nuovi sogni’ il grande artista ha realizzato appositamente molte opere, tra cui due quadri ad olio della serie del ‘Pittore e la modella’.

Il grande disegnatore ha aggiunto: “Dovendo scegliere uno tra gli artisti immensi che ha dato Venezia, ho voluto fare un omaggio a Tiziano, per la capacità di trasmettere quella sensualità profondamente veneziana. Il secondo quadro l’ho voluto dedicare a Paolo Veronese, allo spirito edonistico e libero che incarna. Entrambi gli artisti che ho scelto non sono veneziani di nascita ma hanno contribuito all’importanza di Venezia, una città che à stata polo d’attrazione per geni che poi hanno ricambiato facendola grande’.

“Praticamente tutte le opere esposte sono inedite: è il contrario di un’antologica, si potrà vedere tutto quello che in questo momento sta bollendo in pentola – ha spiegato Manara al giornale veneziano – Fumetti come ‘Borgia’, scritto con Jodorowsky e ‘Pandora’, scritto con Vincenzo Cerami, saranno pubblicati in Italia il prossimo anno e a Venezia si potrà vederli in una speciale anteprima. Ci sarà anche una parte del grande lavoro fatto per Dino De Laurentis per il film di Barbarella”.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008