cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Pio XII, “servo di Dio”

Autore: . Data: lunedì, 10 novembre 2008Commenti (0)

Gelo tra Ratzinger e Israele

Non ci fu nessun silenzio di Pio XII verso l’Olocausto e il nazismo: Papa Ratzinger, nella messa a San Pietro per i 50 anni dalla morte del suo predecessore, ha affermato che papa Pacelli “agì spesso in modo segreto e silenzioso proprio perchè, alla luce delle concrete situazioni di quel complesso momento storico, egli intuiva che solo in questo modo si poteva evitare il peggio e salvare il più gran numero possibile di ebrei”.
Benedetto XVI, a conclusione dell’omelia, ha invitato i cattolici a pregare “perchè prosegua felicemente la causa di beatificazione del Servo di Dio Pio XII”. L’iter presso la Congregazione delle Cause dei Santi è stato completato nel maggio 2006 con il voto unanime dei vescovi e cardinali.
Successivamente lo stesso Papa Ratzinger, davanti alle forti proteste del mondo ebraico, aveva chiesto un supplemento di indagine di tipo storico. L’auspicio formulato oggi lascia supporre che, anche dopo il recente convegno su Pio XII celebrato a Roma in collaborazione tra cattolici e ebrei, il Pontefice stia per approvare il decreto che era stato da lui stesso fermato. «E’ bello – ha detto in proposito il Pontefice – ricordare che la santità fu il suo ideale, un ideale che non mancò di proporre a tutti. Per questo dette impulso alle cause di beatificazione e canonizzazione di persone appartenenti a popoli diversi, rappresentanti di tutti gli stati di vita, funzioni e professioni, riservando ampio spazio alle donne».
Dunque la Chiesa di Roma respinge in blocco le forti perplessità avanzate da Israele nelle settimane scorse. Mettendo evidentemente in conto un irrigidimento dei rapporti (diplomatici e interreligiosi) con larga parte del mondo ebraico.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008