cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Olidata in crisi

Autore: . Data: martedì, 4 novembre 2008Commenti (0)

Unica azienda italiana di Pc

La sola impresa nostrana specializzata in Personal computer, l’Olidata di Cesena, sta pagando duramente la crisi del suo picco produttivo. Dagli oltre 300 dipendenti della fine degli anni 90 – scesi a 183 nel 2004 e a 172 l’anno dopo – è ruzzolata fino ai 133 di quest’anno manifestando nella concretezza dei numeri il declino inesorabile dei computer “da tavolo”, soppiantati in larga misura dai portatili. “Aveva conosciuto un forte sviluppo – racconta Paolo Montalti, segretario generale Filcams-Cgil a Cesena – sfruttando le gare di appalto degli enti pubblici e fornendo in seguito l’assistenza tecnica. Il punto è che l’azienda non è stata capace di rispondere alle nuove esigenze del mercato e di programmare una trasformazione: per quanto l’incapacità di pianificare la riconversione derivi anche dalla difficoltà tutta italiana di sostenere progetti in ricerca e sviluppo”.
L’azienda ha chiesto inizialmente di ricorrere alla mobilità per 80 dipendenti sui 133 tempo indeterminato (a cui ne vanno aggiunti 20 a termine): “Alla fine – spiega Montalti – abbiamo chiuso l’accordo su 60 esuberi, dei quali 40 entro il 2008 e 20 nel 2009”. Qualora si verificassero le condizioni per una ripresa, questi ultimi verranno reintegrati. E per favorire la possibile risalita, “l’azienda – aggiunge il sindacalista – si riorganizzerà mantenendo a Cesena, grazie all’accordo con la multinazionale Intel, un polo di commercializzazione di ‘notebook’ con marchio Olidata realizzati nel sud-est asiatico”.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008