cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » esteri
Regola la dimensione del carattere: A A

Ciad, bambini alla fame

Autore: . Data: giovedì, 13 novembre 2008Commenti (0)

Allarme malnutrizione

Il tasso di malnutrizione in Ciad ha assunto livelli elevati che preoccupano le organizzazione umanitarie. Secondo uno studio di Action contr la faim (ACF) il 20 percento dei bambini con meno di cinque anni soffre di malnutrizione acuta e il 2,8 percento di malnutrizione acuta grave. Per la cattiva e scarsa alimentazione muoiono ogni giorno 3 piccoli su 10mila sotto i 6 anni.

La situazione è particolarmente drammatica nella regione occidentale di Kanem, come riporta il Bureau de la coordination des afaires humanitaires (OCHA). “Questi numeri sono allarmanti”, ha dichiarato il suo coordinatore per il Ciad, Kingsley Amaning. “Se appare che tali tassi (di malnutrizione, ndr.) sono cronici, è chiaro che richiedono un’assistenza umanitaria”.

Il Ciad, in realtà, è già colpito da diverse crisi umanitarie. Ha dovuto accogliere 315mila rifugiati del Sudan, dove continua la guerra della zona nord-ovest del Darfur, e della Repubblica Centrafricana. Al confine col Sudan, inoltre, presenta 180mila sfollati per gli scontri fra comunità arabe e non arabe. A parte il 57mila rifugiati centrafricani nel sud del Paese, gli altri profughi vivono nelle regioni aride del Ciad orientale.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008