cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

“Basta giocare col fuoco”

Autore: . Data: giovedì, 9 ottobre 2008Commenti (0)

Appello di Legautonomie

“Enti e amministratori locali impediscano che cresca la paura del diverso nelle loro città e smettano di alimentare il seme della xenofobia che procura solo enormi danni”. E’ l’appello lanciato ieri dal presidente di Legautonomie, Oriano Giovanelli.

“Basta giocare con il fuoco e con le strumentalizzazioni sugli immigrati. Gli amministratori locali devono mettere in campo una forte azione di contrasto al razzismo”. A parlare è Oriano Giovanelli, presidente di Legautonomie, che ieri a Viareggio ha sottolineato le difficoltà in cui si trovano alcune regioni e autonomie locali che “toccano quotidianamente con mano il malessere che si vive nelle loro città e non riescono a gestirlo”.

Legautonomie è un associazione ‘non settoriale’, a cui aderiscono circa duemilacinquecento enti tra comuni, province, regioni e comunità montane. E’ articolata con strutture regionali e provinciali che coprono tutto il territorio nazionale e svolgono attività di servizio alle amministrazioni locali.

“Essi – ha continuato Giovanelli, riferendosi agli amministratori locali – avvertono allarmati il degrado anche civile che ha portato il Presidente della Repubblica e il Papa a lanciare l’allarme intolleranza e lo stesso presidente della Camera a evocare il pericolo di un ritorno del razzismo”.

“Chiamiamo tutti i sindaci, i consigli comunali, i presidenti e i consigli provinciali a una forte azione di contrasto. Basta trasformare le nostre città, i nostri comuni grandi e piccoli in luoghi dove si giocano partite politiche dissennate, fondate sulla paura del diverso da noi”.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008