cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Alitalia, comunicato dei non firmatari

Autore: . Data: venerdì, 31 ottobre 2008Commenti (0)

Le ragioni degli altri
Segue Il comunicato dei sindacati e delle associazioni che hanno rifiutato gli accordi con Cai e governo.

Anpac, Unione Piloti, SDL, Avia e Anpav in merito all’esito dell’incontro oggi tenuto presso la Presidenza del Consiglio dei ministri tra Governo, vertici Cai e organizzazioni sindacali confermano il giudizio negativo sul metodo del confronto odierno e sui contenuti dei documenti proposti per la firma.

Nello specifico si stigmatizza l’evidente non conformità dei testi di stesura predisposti e ritenuti ‘immodificabili’ da Cai con quanto concordato e sottoscritto con l’azienda e con il Governo nel mese di settembre a Palazzo Chigi.

Ciò comporta, tra l’altro, un deciso aggravio delle penalizzazioni in capo ai lavoratori sia in termini contrattuali che occupazionali, negando altresì ogni possibile prospettiva di lavoro alle migliaia di precari che operano nel settore.

A questo proposito ancora nulla si è concretizzato da parte del ministero del Lavoro in merito alle annunciate misure previdenziali orientate a favorire la gestione delle eccedenze di personale.

Gravissima inoltre risulta la permanenza tra i criteri di esclusione dall’assunzione in Cai di quelli relativi a madri che accudiscono figli minori o a dipendenti che assistono un familiare con un disagio grave e protetti da specifiche leggi dello Stato.

Altrettanto incomprensibile la discriminazione relativa a coloro che già usufruiscono del part-time, istituto che può anche essere utilizzato quale forma solidaristica tra i lavoratori senza oneri aggiuntivi per l’azienda.

Anpac, Unione Piloti, SDL, Avia e Anpav ribadiscono tutte le loro perplessità rispetto al percorso fin qui effettuato che vede Cai, a fronte dell’estrema flessibilità e produttività fornita dalle scriventi all’interno degli Accordi di Palazzo Chigi, proseguire in una continua reiterazione di ulteriori richieste ultimative continuate anche durante la fase di stesura contrattuale.

Anpac, Unione Piloti, SDL, Avia e Anpav confermano la loro indisponibilità a sottoscrivere stesure contrattuali difformi rispetto agli accordi di costituzione dei Contratti Collettivi di Lavoro del personale Cai, dipendenti e dirigenti/comandanti, già condivisi e sottoscritti tra le parti e siglati dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, e dai ministri Altero Matteoli e Maurizio Sacconi.

Anpac, Unione Piloti, SDL, Avia e Anpav terranno nella giornata di lunedì prossimo una assemblea informativa di tutti i lavoratori coinvolti nel progetto Cai.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008