cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » vivere
Regola la dimensione del carattere: A A

A Torino il Salone del gusto

Autore: . Data: lunedì, 13 ottobre 2008Commenti (0)

Civiltà a confronto. Dal 23 al 27 ottobre, al Lingotto di Torino, avrà luogo la manifestazione gastronomica più attesa dell‘anno: il “Salone del gusto” con “Terra Madre”, progetto concepito da “Slow food” basato sulla convinzione che “mangiare è un atto agricolo e produrre è un atto gastronomico”.

Slow food, 20 anni di attività, opera nel campo del gusto con l’intento di insegnare a noi, figli della civiltà dei consumi, che il cibo deve essere “buono, pulito e giusto”.

Il Salone comprenderà tre itinerari legati fra loro: il “Mercato” che, con le sue bancarelle e i suoi stand è un viaggio attraverso i profumi e i sapori dei diversi continenti; le “Cucine” che offrono ad ogni paese l’occasione di rappresentare appieno le sue tradizioni gastronomiche e le “Isole del gusto” che sono vere e proprie aree di degustazione.

“Terra Madre”, lanciata alla riunione inaugurale del Salone del 2004, è un’organizzazione nata per dare visibilità a tutti coloro che lavorano per produrre cibo e ha l’intento di accrescere la consapevolezza dell’importanza di quell’attività.

Un altro obiettivo che si propone è quello di proteggere terre fertili in modo che continuino a nutrire gli uomini e ad alimentare animali adatti a quel particolare ambiente, senza essere contaminate da sostanze chimiche che le fanno produrre artificialmente.

All’interno del programma si potranno ascoltare “I suoni di Terra madre”: musicisti, danzatori, attori di strada si esibiranno con canti, danze, spettacoli: manifestazioni giocose in ogni civiltà si intrecciano, infatti, ai rituali legati alle semine o ai raccolti.

Parallelamente, incontri organizzati dalla Fondazione Terra Madre metteranno a confronto produttori e operatori del settore agroalimentare mondiale affinché trattino insieme le grandi tematiche della produzione.

Parlare di cibo è parlare di storia, di tradizioni, di cultura. Perciò il “Salone del gusto” ha l’obiettivo di contribuire  ad abbattere le barriere fra i popoli, favorendo uno scambio di conoscenze preziose che costituiscono il patrimonio culturale di ogni civiltà.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008