cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

Salò, tragedia e farsa

Autore: . Data: lunedì, 8 settembre 2008Commenti (0)

Resistenza e ragazzi di Salò, la polemica continua.

La tragedia incontra ormai la farsa. La roboante indignazione di alcuni esponenti della sinistra, che hanno accusato Ignazio La Russa di giocare pericolosamente con la storia (dopo che il capo del dicastero della Difesa aveva riconosciuto ai repubblichini di aver comunque agito per difendere la patria) ha spinto il ministro a replicare: “E’ strano – ha spiegato oggi – che la sinistra possa polemizzare contro di me, ho detto cose molto meno impegnative di quelle che disse Violante sui ragazzi di Salò o di quello che ha detto lo stesso Veltroni. Non ho detto nemmeno la metà di quello che ha detto la sinistra”. E’ dunque ufficialmente aperta la divertente gara al “revisionista dell’anno”, a colpi di agenzie di stampa: un giochino facile facile, che fa parlare di sè. Tra l’altro utile a distorgliere l’attenzione dei cittadini dai problemini di ogni giorno: pane, benzina, salari, mutui…

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008