cronaca

I fatti senza distorsioni, opinioni o interpretazioni. Spesso la realtà è differente da come viene raccontata dai media.

esteri

Il mondo è un illustre sconosciuto e il Sud del pianeta è quasi del tutto ignorato. E molte cose sono diverse da come appaiono.

politica

In Italia ormai il Palazzo e la società civile sono pianeti separati. Si deve cercare di restituire ai cittadini trasparenza.

tu inviato

Gli articoli scritti dai cittadini e pubblicati dal nostro giornale. La libera informazione è libertà di espressione.

vivere

Diritti civili, convivenza pacifica, cultura, arte, spettacolo, salute, ambiente, sport, tecnologie, cucina: sono il cuore del millennio.

Home » cronaca
Regola la dimensione del carattere: A A

L’isola dei famosi affonda

Autore: . Data: martedì, 30 settembre 2008Commenti (0)

Sparita la lotta di classe, sparita la guerra tra tribù, adesso spariscono anche i concorrenti. In un colpo solo vanno via Flavia Vento, Michi Gioia e Giucas Casella. Forse è l’ultima spiaggia del reality show.

Come al solito la Ventura è entrata in studio tra le ovazioni organizzate dall’assistente di studio e lo spettacolo, se così si può definire, è cominciato.

C’è voluta un’oretta, tuttavia, per accorgersi che succedeva qualcosa.

La prima novità della serata è stato l’arrivo di Valeria Marini, ‘inviata non concorrente’, dopo la fuga dell’ex tronista Lago.

La ragazzona sarda si è buttata dall’elicottero, ha detto con una naturalezza straordinaria e spontanea una serie di banalità inarrivabili ed è stata messa a cucinare un ‘porceddu’ già cotto.

‘Pioggiabattente’, sul blog messo in piedi dalla Rai, commenta: “Della serie al peggio non c’è mai fine. Dopo la fuga dei cervelli verso gli Stati Uniti, quello di Lago dall’isola finalmente abbiamo anche la fuga di quello della Marini…. Tranquilli nessuno sentirà la sua mancanza, nemmeno lei; è una vita che convive con la sua assenza. Grazie alla sua entrata finalmente l’isola ha davvero toccato il fondo… Speriamo di vedercela per poco perché si sopporta come il mal di denti di notte!”.

L’Isola, che tanto successo aveva avuto negli anni passati, in questa stagione stenta a trovare un carattere. Luxuria, all’inizio promossa dagli autori ‘star’ del programma è quasi scomparsa, insieme alla ‘lotta di classe’. La sconosciuta vip Belen, aggressiva e maleducata per tutta la settimana, non ha spiccicato parola, se non per commentare orgogliosa le sue epiche gesta inurbane. Ciavarro dovrebbe aver parlato, ma è difficile ricordare perchè. Gli altri non si sa se fossero presenti. Il nuotatore Filippo Magnini, l’inviato del programma, probabilmente è pagato per eclissarsi, mentre Venier e Giurato sono ancora convinti di essere a cena a casa loro, non in uno studio televisivo.

Persino l’adrenalinica Supersimo è confusa e non riesce a ritrovare la sua epica e travolgente faziosità.

Di rarissima eleganza il giallo del calzino e dei rifiuti organici (in trasmissione definiti ‘merda’). In un confronto all’ultimo sangue, Cabrini si lamentava per le abitudini decisamente anti igieneiche di alcuni altri concorrenti ‘pigri’, che per svolgere le proprie funzioni corporali non si recano nel luogo idoneo, ma ‘operano’ a pochi metri dai giacigli. Il poveretto avrebbe calpestato qualcosa e a causa del tragico inconveniente perso l’uso di un calzino. A nulla sono servite le indagini della Ventura per scoprire il colpevole.

Per alcuni secondi, infine, sono stati mostrati anche alcuni baci tristissimi tra la ex velina Veridiana Mallmann e il nuotatore Leonardo Tumiotto. I due, molto riservati per carattere, si erano disposti diligentemente a favore di telecamera.

Per concludere le note di cronaca sui vip, l’unico aspetto di rilievo è l’abbandono di ben tre concorrenti. L’aristocratica Michi Gioia è stata eliminata al televoto. L’eccentrica Flavia Vento, forse l’unica che è stata in grado di manifestarsi, si è ritirata perché, a suo dire, perseguitata da crisi notturne di panico . Il mago Casella, poi, tra le lacrime (sue), è stato costretto al ritiro per questioni di salute.

Per i nip il nulla da segnalare. A parte le criptiche esternazioni del concorrente Carlo.

Fino ad oggi il reality non riesce a trovare la sua formula. La linea originaria della lotta di classe è stata sostituita senza fortuna da un tentativo di sviluppare un conflitto territoriale non meglio definito tra ‘tribù’ (vip-nip) ed alla fine si è tornati al vecchio modulo, annunciato con enfasi da Supersimo: “Tutti contro tutti, da stasera comincia la vera Isola dei famosi”. Per l’occasione i ‘dannati della fame’ soggiorneranno tutti a Cajo Cochinos. Addio laguna.

Il ritorno al modulo standard dovrebbe produrre nuovi e più marcati conflitti tra i concorrenti per restituire al programma quella base di crudeltà e rozzezza che in passato ne ha decretato il successo.

In questo modo il sistema pubblico insiste nella negazione del suo compito primario e adattandosi alla superficialità della programmazione del competitore privato Mediaset (pensato non certo per essere azienda di comunicazione, ma tutt’altro) contribuisce alla caduta verticale del prodotto televisivo nazionale.

La freddezza degli spettatori si nota anche leggendo il ‘blog dell’isola’. Molto probabilmente il tempo dei reality è finito, ma la televisione generalista italiana stenta a trovare format sostitutivi e così il satellite continua a crescere e con lui il bilancio di Sky.

Vedremo se nelle prossime settimane i realizzatori dell’Isola dei famosi troveranno un salvagente. Per ora aspettiamo di sapere chi dei nuovi nominati uscirà. Per la cronaca sono il bidello Mario e Sonia Borgonovo.

Ed anche chi partirà per l’Honduras. Si deve anche risolvere il problema dei concorrenti scomparsi. Un uragano potrebbe aiutare Raidue e Gori, ma non diciamo perchè.

Stampa articolo (o crea PDF)
Fai una donazione a InviatoSpeciale
Condividi o invia per e-mail


Informativa

Commenti disabilitati.

InviatoSpeciale è un quotidiano on line di Informazione, Politica e Cultura, pubblicato dall'Associazione Onlus The GlobalvillageVoice,
registrato al Tribunale di Bari, numero 1273, del 24 aprile 2008